Stella di Natale come conservarla

La Stella di Natale fiorisce durante le festività e colora di rosso le nostre case: aiutiamola a non appassire!

Ogni anno durante le festività dicembrine le nostre case si riempiono di bellissime Stelle di Natale, piante ornamentali molto apprezzate per il vivace colore rosso, che fioriscono proprio nel periodo natalizio.

Se non volete vederle appassire come sempre, dopo le vacanze seguite questi pochi e semplici consigli.

Innanzitutto la Stella di Natale va tenuta lontana dalla luce diretta del sole e posizionata distante dai termosifoni. Se la saprete curare riuscirà a vivere e rifiorire l’anno successivo.

Si tratta di  una pianta tropicale che va posta in un ambiente ben illuminato, con temperatura mai al di sotto dei 16°e sempre lontana da correnti di aria fredda.
La Stella di Natale in inverno va annaffiata moderatamente, ma cercando di mantenere inumidito lo strato più superficiale, facendo attenzione a non bagnare le foglie.

Quando la pianta avrà perso i fiori, dovrete tagliare gli steli lasciandoli a una lunghezza di circa 20 cm da terra, utilizzando i guanti per non irritarvi la pelle con il lattice, e porla in un luogo luminoso, ma mai alla luce diretta.

Inizierà a crescere di nuovo in primavera, verso il mese di maggio. In questo periodo potrete anche procedere al rinvaso in un contenitore leggermente più grande, e riprendere ad annaffiarla con maggior frequenza.

In estate visto l’aumento delle temperature la Stella di Natale starà bene anche all’aperto e dovrà ricevere acqua con regolarità.

 

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-11-2015

Donna Glamour Guide

X