Stefano Zecchi, ecco il suo nuovo e discusso libro Il Lusso

Stefano Zecchi ha presentato il suo nuovo libro Il Lusso, edito da Mondadori, nell’ambito dell’iniziativa Book City 2015 a Milano.

chiudi

Caricamento Player...

Il filosofo ripercorre il concetto di Lusso partendo dalle società primitive, passando per le grandi civiltà classiche, il Rinascimento, l’Illuminismo, il Marxismo, fino ai giorni nostri. Di cosa parliamo quando parliamo di Lusso nel ventunesimo secolo? Ha senso parlarne oggi in tempi di crisi economica? Eppure, come spiega Stefano Zecchi, nel libro Il Lusso. Eterno desiderio di voluttà e bellezza, lussuoso non è sinonimo di “costoso”.

Il vero lusso è un valore dello spirito, un’esperienza di vera bellezza, che richiede anche la cultura per apprezzarla. Attraverso la cultura recepiamo il valore e l’alto artigianato dell’oggetto di lusso altrimenti, senza la cultura e la conoscenza, secondo Zecchi, sarebbe solo una pura ostentazione di oggetti inutili e nemmeno compresi, un volgare simil lusso.

Nell’oggetto di lusso invece c’è un desiderio di assoluto, la visione di una bellezza che, raggiungendo una propria ideale perfezione, oltrepassa qualsiasi dominio dell’utile sulla qualità estetica. Anzi, generalmente il lusso è ritenuto qualcosa di inutile, di superfluo, e tuttavia esso appare essenziale per cogliere, talvolta vivere, il senso piu’ alto della bellezza.

Lusso dunque è una parola ambigua, secondo Zecchi, e può essere tradotto con “luce” come un concetto ampio di significati e alti valori di conoscenza oppure con il significato di “lussuria” e visto dunque come superfluo e immorale.

Il filosofo vuole dimostrare che parlare di lusso in termini materiali e monetari è solo una provocazione della nostra società consumistica ma che in realtà il lusso è un concetto astratto, immateriale, anzi quasi un dono concesso a poche persone colte e in grado di apprezzare il lavoro di artigianalità, materiali e ricerca senza la mera ostentazione dell’oggetto di lusso.

Zecchi conclude dicendo che il dibattito è ancora aperto e che la ricerca sul valore materiale del lusso come lo concepiamo oggi è solo frutto del lavoro di aziende di marketing che tendono a massificare e a dare valore a status symbols inutili. Il libro è disponibile da questa settimana nelle librerie e on line.