Sogni e Incubi Sono Diversi a Seconda del Sesso

Da una ricerca è emerso che i sogni e gli incubi hanno natura diversa tra maschio e femmina.

chiudi

Caricamento Player...

L’Università di Montreal ha da poco pubblicato sulla rivista Sleep i risultati sugli ultimi esperimenti sul mondo onirico, ponendo attenzione sulle differenze della natura degli incubi tra maschio e femmina. E’ emerso che gli uomini sognano in modo ricorrente catastrofi naturali, specialmente terremoti e inondazioni, mentre le donne sono perseguitate nel sonno dai conflitti personali.

Questo crea delle divergenze insormontabili a letto dove l’uomo fugge da un’inondazione e la donna continua a litigare con la suocera. Secondo alcuni esperti queste differenze di genere riscontrate nei sogni sono dovute ad una diversa costruzione mentale fra uomo e donna, mentre per altri  i sogni e gli incubi rispecchiano semplicemente tradizioni culturali di vecchio stampo su come i due sessi dovrebbero sentirsi e comportarsi.  Sta di fatto che anche quando chiudono gli occhi uomo e donna hanno esperienze diverse. Lui viene perseguitato da malviventi, lei litiga con un compagno delle elementari. Lui si misura con gli uragani, lei si angoscia per la morte dei parenti.

Atteggiamenti abbastanza comprensibili dopo tutti i secoli passati da una parte a fare la guerra, dall’altra a curare le ferite. Si è riscontrato inoltre che gli incubi peggiori si hanno fra i 20 e 30 anni, dopodichè anche uno scontro con i giganti o una riunione di condominio diventano una passeggiata.

Sogni e Incubi
Sogni e Incubi

Secondo i neurologi, i sogni avvengono durante dei periodi di sonno profondo, chiamati sonno paradossale. Questo stato, che gli scienziati sono oggi in grado di provocare con iniezioni di sostanze chimiche, si innesca in modo spontaneo, secondo un ciclo regolare, emettendo nel cervello acetilcolina. Per accedervi, la persona che sta dormendo si deve sentire al sicuro, non deve avere nè fame né sete e deve trovarsi in un buon equilibrio termico.

A volte un avvenimento improvviso disturba il dormiente, il cui corpo è rimasto, nonostante tutto, in contatto con il mondo esterno; può essere un rumore improvviso o un cambiamento brutale di temperatura. A volte è una digestione difficile, o qualche linea di febbre, che colpisce il sonno. Questi fattori di perturbazione, privano la persona che sogna di tranquillità, e sono in grado di trasformare le immagini gradevoli del sogno in un incubo. Da notare che durante l’incubo il dormiente non è più in uno stato di sonno profondo, ma molto vicino allo stato di veglia.