Smettere di fumare ha l’effetto di un Antidepressivo

Uno studio conferma che smettere di fumare migliora l’umore e produce effetti simili a quelli di un antidepressivo

chiudi

Caricamento Player...

Una ricerca dell’università di Oxford, pubblicata dal British Medical Journal, ha analizzato i dati emersi da  26 studi sui cambiamenti mentali in soggetti che avevano smesso di fumare.

La conclusione a cui è giunta è che

Abbandonare il fumo  produce effetti benefici sull’umore simili a quelli di una farmaco antidepressivo.

La ricerca e stata effettuata attraverso un processo di revisione sistemica ed una meta analisi osservazionale, su  soggetti che fumavano almeno venti sigarette al giorno, ed aveva lo scopo di valutarne i cambiamenti di salute mentale dopo aver tolto le sigarette, rispetto a coloro che avevano invece deciso di non smettere di fumare.

Gli studiosi sono partiti dalla considerazione che il fumo è un fattore di rischio per lo sviluppo di tumori e malattie cardiovascolari e respiratorie, e smettere di fumare riduce notevolmente questi rischi per la salute.

Oltre a queste patologie il fumo influisce sulla salute mentale.

La maggior parte dei fumatori segnalano che vorrebbero smettere ma che continuano, pur consci dei rischi che corrono, perché il fumo fornisce loro benefici per la salute mentale. Al contrario gli autori dello studio, nelle loro conclusioni dicono che smettere di fumare è invece associato ad una riduzione della depressione, dell’ansia e dello stress, poiché migliora l’umore positivo e con esso anche la qualità della vita, rispetto a quelli che continuano a fumare.

smettere-di-fumare-migliora-l'umore
smettere-di-fumare-migliora-l’umore

Nel loro articolo gli autori parlano di una “dimensione di effetto” che sarebbe superiore nelle persone con disturbi psichiatrici, rispetto a quelli che non hanno questi disturbi. Sostengono inoltre che le “dimensioni di effetto“ sono uguali o superiori a quelle che si avrebbero con un trattamento antidepressivo.

Questa condizione sembra più importante per quelli con disturbi psichiatrici rispetto ai sani. Le dimensioni di effetto sono uguali o superiori a quelli di un trattamento antidepressivo per i disturbi dell’umore e d’ansia.

La dimensione di effetto in statistica è una misura della forza di un fenomeno, ad esempio, la variazione di un risultato dopo intervento sperimentale. E’ una misura particolarmente importante nella ricerca sociale e medica.

Chiunque sia riuscito a smettere di fumare, cosa assolutamente non facile, sa molto bene che il livello di ansia si abbassa, se non intervengono altri elementi che incidono sull’ansia e la depressione come la perdita del lavoro o la fine di una relazione o altre situazioni traumatiche.

In realtà alla fine il bilancio rispetto all’umore è positivo cosi come quello rispetto alla propria salute.

Leggi anche: scoperte nuove patologie causate dal fumo