Dagli amori illustri alla chirurgia plastica, tutto su Simona Izzo

Simona Izzo sarà presto nei cinema con l’ultimo film che ha diretto, ‘Lasciami per sempre’, e ospite a Domenica In nella puntata del 23 aprile. Scopriamo tutte le curiosità sull’attrice e regista moglie di Ricky Tognazzi.

chiudi

Caricamento Player...

Romana, classe 1953, Simona Izzo è una famosa attrice e regista, figlia d’arte. Suo padre è il famoso doppiatore Renato Izzo, la mamma è invece Liliana D’Amico che gestisce la società di doppiagio Pumaisdue. Ha cominciato la sua carriera come sin dalla tenera età finendo con il vincere nel 1990 il Nastro d’Argento per aver doppiato Jacqueline Bisset nel film Scene di lotta di classe a Beverly Hills. Eppure se la carriera, ricca di successi, di Simona Izzo è più che nota, sono tante le curiosità che non tutti conoscono su Simona Izzo, che sarà ospite a Domenica In nella puntata del 23 aprile.

Simona Izzo: dal matrimonio con Antonello Venditti a quello con Ricky Tognazzi… passando per Costanzo!

  • La vita sentimentale di Simona Izzo è stata parecchio movimentata e ricca di amori con personaggi illustri. Dal 1975 al 1978 l’attrice e regista è stata sposata con Antonello Venditti, con cui ha avuto il figlio Francesco Saverio, oggi doppiatore, che l’ha resa nonna di 3 nipoti. In seguito ha avuto una lunga relazione con Maurizio CostanzoNel 1995 ha però sposato l’attore Ricky Tognazzi.
  • Proprio Antonella Venditti le ha dedicato diverse canzoni, come Lilly, scritta quando i due convolarono a nozze.
  • Non ha sposato Maurizio Costanzo poiché ancora non aveva ottenuto il divorzio da Antonello Venditti.
  • Simona Izzo ha vissuto in una grossa matriarcale, composta da tre sorelle, una madre e tante zie.
  • A causa dei tanti furti subiti, lei e il marito Tognazzi vivono in una casa praticamente blindata.

Simona Izzo e il rapporto con la chirurgia plastica

Simona Izzo ha candidamente ammesso di aver fatto ricorso alla chirurgia plastica e al lifting: “Mi sono fatta il lifting e ne sono felicissima. Lo consiglio a tutte. Essere belle per me è anche un dovere verso se stesse prima di tutto e poi verso gli altri… Ne ho già parlato con il medico e, molto probabilmente, intorno ai 65 anni dovrò fare un altro lifting. Nel frattempo continuo a tenere curata la pelle del volto”.