Sicurezza e servizio d’ordine rafforzato a Bergamo in attesa del processo a Bossetti

Servizio d’ordine rafforzato in vista dell’udienza preliminare nei confronti di Massimo Bossetti, accusato di essere l’assassino di Yara Gambirasio. Previsto l’assalto di media e curiosi per il 27 aprile in via Borfuro

E’ prevista una folla senza pari al processo che vede imputato Massimo Bossetti, accusato di essere il responsabile della morte di Yara Gambirasio.

I preparativi sono già iniziati nel tribunale di Bergamo in attesa del prossimo 27 aprile: davanti al gup Ciro Iacomino comparirà Massimo Giuseppe Bossetti, il muratore di Mapello in carcere con l’accusa di aver ucciso Yara Gambirasio.

Ed infatti, quel giorno è previsto un “assalto’’ massiccio di cronisti, fotografi, giornalisti televisivi e camaraman di tutti i quotidiani e le televisioni italiane, ma non mancheranno i rappresentanti dei media internazionali (dovrebbero essere presenti, tra gli altri, la Bbc e il The Guardian) e moltissimi curiosi.

Questo il motivo per il quale il presidente del palazzo di giustizia, Ezio Siniscalchi, sta organizzando un servizio ad hoc, insieme alle guardie giurate che si occupano della sicurezza all’interno del tribunale. Sicuramente verranno richiesti rinforzi speciali da parte di carabinieri e polizia, per tenere a bada la gran massa di persone curiose che faranno di tutto per assistere al processo contro Bossetti.

Per evitare che Bossetti sia costretto a passare attraverso i locali del piano terra, si sta studiando un percorso alternativo, in modo da consentirgli di raggiungere il secondo piano, senza dover passare davanti a giornalisti, fotografi e curiosi.

Alcuni carabinieri e poliziotti, inoltre, si occuperanno di garantire la tranquillità ai parenti di Bossetti, la moglie e la madre, nell’eventualità assai probabile che il 27 aprile si presentino in tribunale.

Al muratore di Mapello, che continua a dichiararsi innocente, il pubblico ministero Letizia Ruggeri contesta le accuse di omicidio e di calunnia (nei confronti di un collega di lavoro) mentre il difensore di Bossetti, l’avvocato Claudio Salvagni ha annunciato che chiederà al gup il non luogo a procedere.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 07-04-2015

Emanuela Bertolone

X