Ritorno a scuola per milioni di piccoli studenti, un momento importante e delicato per tutti i bambini: ecco come le mamme possono aiutarli a viverlo meglio.

Vacanze finite per milioni di bimbi italiani. In alcune regioni le scuole hanno già riaperto i cancelli, altre le seguiranno nei prossimi giorni. Entro la fine della settimana, insomma, tutti di nuovo tra i banchi. Un evento gioioso, soprattutto per i più piccoli e per chi per la prima volta assapora l’emozione di recarsi a scuola, ma da affrontare con cautela e la dovuta preparazione: riprendere ritmi regolari, svegliarsi presto al mattino, fare i compiti ed adattarsi a nuovi  impegni non  è sempre facile, soprattutto dopo oltre tre mesi di libertà assoluta (o quasi).

Le mamme previdenti già da alcuni giorni avranno messo a posto le lancette della sveglia.  Meglio abituare i piccoli ad alzarsi prima dal letto, meglio farlo un po’ per volta per evitare fastidiosi traumi e crisi di rigetto. Occhio anche agli orari dei pasti, che vanno adattati il più possibile a quelli della scuola. Un suggerimento, questo, da tenere a mente non soltanto alla fine delle vacanze ma anche nel week end, quando non  ci sono lezioni: la routine alimentare, infatti, è molto importante per i bimbi, che evidentemente durante le vacanze sono stati abituati a mangiare di tutto ed a tutte le ore. Da oggi in poi,  meglio rimettere le cose a posto: una sana e nutriente colazione al mattino a base di latte, biscotti e un po’ di frutta, poi una merenda a metà mattina: la scuola è un’esperienza esaltante e stressante allo stesso tempo ed i piccoli devono  essere sempre al top per mantenere alta l’attenzione e vincere noia e stanchezza.

Piccolo consiglio, inoltre, per la mamma di un bimbo che va a scuola per la prima volta. È importante farsi aiutare nei preparativi, scegliere insieme il grembiulino, fogli e matite: si sentirà grande e responsabilizzato e non vedrà l’ora di andare a scuola, magari come il fratellino o la sorellina più grande che già ci vanno da qualche anno. Per loro, invece, il problema principale è trovare lo zainetto, il  diario o l’astuccio più adatto e alla moda. Tra le femminucce spopolano gli zaini di Violetta, soprattutto quelli con le cuffie in allegato.  Tra i maschietti, accanto ai supereroi tradizionali, in ascesa le Tartarughe Ninja.

Ovviamente la mamma ed anche il papà sono figure di riferimento per i piccoli anche quando parlano tra di loro. Non sembra, ma anche quando sembrano concentrati su giochi e altre attività, ci ascoltano e immagazzinano informazioni. Per questo, vanno evitate assolutamente le lamentele per l’inizio della scuola, le preoccupazioni relative a tutto ciò che ha a che fare con lezioni, maestre, libri e studio. Un’atmosfera  serena e rilassata in  famiglia è quanto di più adatto possa servire ai  bambini  per vivere senza problemi un momento di passaggio molto importante come quello  di settembre.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 15-09-2014


Come sarebbero i figli delle principesse Disney?

La salute del bimbo che sta per nascere dipende dallo stile di vita del papà