Shopping: Amazon si allea con Twitter ed i Consumatori potranno comprare un Prodotto con un Tweet

Battezzata #AmazonCart negli Stati Uniti e #AmazonBasket nel Regno Unito, i due Paesi dove finora il servizio è disponibile, il sistema unisce gli account Twitter e Amazon degli utenti che potranno così comprare solo con un tweet.

Mancava ancora lo shopping alla lista delle funzioni cui presto si potrà accedere con un cinguettio. Tutto fino a poche ore fa: Twitter e Amazon hanno annunciato di aver siglato un accorda già operativo, per consentire agli iscritti a Twitter di riempire il carrello su Amazon a colpi di tweet.

Come funziona? Quando un cliente legge un tweet del suo artista favorito, di un esperto, di una marca o di un amico con un link con un prodotto su Amazon.com, basterà aggiungere alla propria risposta un tweet seguito dall’hashtag #AmazonCart o #AmazonBasket per ritrovarlo nel proprio carrello su Amazon.

“Aggiungilo ora, compralo più tardi”

è lo slogan con cui la società fondata da Jezz Bezos ha presentato in un video la nuova possibilità. La mossa non solo permette ad Amazon e ai suoi venditori di avere una nuova piattaforma per presentare i prodotti, ma cerca di portare all’interno del suo negozio online gli iscritti al social media, da quando il colosso ha iniziato a indicare su Twitter quali acquisti un utente aveva fatto.

Shopping: Amazon si allea con Twitter ed i Consumatori potranno comprare un Prodotto con un Tweet
Shopping: Amazon si allea con Twitter ed i Consumatori potranno comprare un Prodotto con un Tweet

Niente più password, né difficoltà nel ricordare l’oggetto del desiderio passando da un sito all’altro: dopo aver collegato i profili personali Amazon e Twitter, l’utente registrato aggiungerà un prodotto al carrello con un tweet.

A operazione conclusa, l’account ufficiale @MyAmazon invierà un tweet di conferma, mentre Amazon recapiterà un’email contenente l’aggiunta al carrello personale. Dopodiché, sarà l’utente a dover completare l’acquisto su Amazon, dando seguito ai suoi tweet.

Sembra che ad oggi Twitter non abbia diritto a una percentuale sugli acquisti e sulle transazioni procurate ad Amazon, né avrebbe ottenuto l’esclusiva della collaborazione con il colosso dell’ e-commerce, aperto così a nuove partnership con Facebook e non solo.

Con questa mossa il social network punta a mantenere gli iscritti sulla sua piattaforma e a farli interagire a suon di tweet per più tempo possibile. Aumento del tempo di permanenza e del numero di tweet pubblicati dagli utenti, possono significare molto in termini di vendita di spazi pubblicitari.

Emanuela Bertolone.

 Guarda cosa accadde oggi:

[jwplayer player=”1″ mediaid=”14196″]

ultimo aggiornamento: 06-05-2014

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X