Setticemia: si rischia se i nostri animali domestici ci leccano?

L’amore tra padroni e animali domestici può essere davvero molto forte e le dimostrazioni d’affetto non mancano ma attenzione alle infezioni come la Setticemia

Fino ad oggi avete sempre permesso che il vostro cane o il vostro gatto dimostrasse il suo affetto e la sua simpatia attraverso leccate? Attenzioni perchè rischiate di contrarre infezioni come la Setticemia. 

La notizia non è nuova: poco più di un anno fa ne parlò l’Huffington Post, tempo addietro altri numerosi portali e oggi i giornali tornano sull’argomento citando un caso specifico che può spaventare.

A mettere a rischio la vostra vita è un batterio, il Capnocytophaga canimorsus, che, entrando in contatto con le mucose umane, può provocare appunto la setticemia, un’infezione generalizzata a tutto l’organismo e determinata dal passaggio nel sangue di batteri provenienti da focolai infettivi.

E’ il British Medical Journal Case Reports, che ha riportato sulle sue colonne il caso di una settantenne pensionata, non fumatrice e bevitrice occasionale, finita in terapia intensiva per una grave e rarissima forma di setticemia, causata proprio dal suo cagnolino, ma questo è solo uno dei casi: in tutto se ne segnalano 13 in Gran Bretagna negli ultimi 26 anni.

Cosa si può fare allora?

Come fare a rinunciare al vostro fedele a 4 zampe che quando vi vede vi viene incontro e immancabilmente vi dimostra il suo affetto accompagnata da uno scodinzolio prolungato? Per chi ama gli animali è praticamente impossibile, diciamoci la verità!

Il veterinario Marco Bonati avrebbe dichiarato in merito:

“Premesso che qualunque batterio può causare la setticemia e che questa patologia colpisce in particolare le persone che presentano un sistema immunitario già compromesso, è bene sottolineare che è sempre necessaria la presenza di una lesione cutanea, non necessariamente evidente, perché l’infezione possa causare la sepsi e questa precisazione è ancor più importante visto il periodo estivo, onde evitare che una preoccupante e del tutto immotivata psicosi da “leccata” canina o felina possa dar luogo ad un’escalation di abbandoni”. 

ultimo aggiornamento: 11-07-2016

Licia De Pasquale

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X