Sette regole per una felice relazione a distanza

La relazione a distanza è possibile e di successo se è basata su conoscenza, condivisione e comunicazione.

chiudi

Caricamento Player...

Può capitare di conoscere qualcuno che abita altrove, magari a 300 chilometri da noi. La lontananza può a volte scoraggiare, ma a volte essere un ottimo deterrente per la durata e la sana evoluzione della coppia. Ci sono delle regole, però, che occorre seguire se si vuole mantenere una relazione a distanza.

Prima regola: accettare i lati negativi della distanza: lui non potrà correre a casa vostra se c’è un ladro, o se siete depresse. Queste relazioni si adattano a donne autonome e capaci di sopravvivere all’assenza quotidiana del proprio partner. Seconda regola: conoscerlo davvero: non vi fate abbindolare dal fatto che lui sia così stramaledettamene perfetto durante il week end che condividete. E’ ovvio che lo sia, aspettava tutta la settimana per vedervi e ora è lì con voi. Che cosa vi aspettate che faccia? Che si metta le dita nel naso mentre cenate? Piuttosto notate come tratta gli altri, più che voi (il cameriere, il tassista, etc) e notate la sua reazione di fronte a inconvenienti e imprevisti che distruggono i suoi piani o progetti. Terza regola: la comunicazione: in una relazione a distanza il rapporto di dialogo va implementato. Oltre alle email e alle chat, parlate al telefono. Soprattutto se dovete chiarire un malinteso o chiedere scusa. Quarta regola: decisioni Vis a vis: le decisioni di coppia vanno prese insieme e di persona.

Quinta regola: condivisione. Siate interessate alla sua giornata, al suo lavoro, alle sue aspettative, ai suoi problemi.  E fate lo stesso con lui: parlate di voi, come un libro aperto. La condivisione è tutto in una coppia, soprattuto se non si vede quotidianamente. A volte può essere divertente condividere “fisicamente” ma da lontano un momento della giornata: impostare la sveglia alla stessa ora e darsi il buon giorno facendo colazione insieme; darsi appuntamento telefonico per un aperitivo; mettersi d’accordo per fare la spesa nello stesso orario e scambiare nel frattempo quattro chiacchiere. Sesta regola: vedersi. Ovviamente, vedetevi! Una relazione a distanza non dura senza incontri amorosi, romantici, divertenti e passionali. Cercate di vedervi il più possibile. Ma evitate di fare le sorprese, non perché rischiate di trovarvi cornute, ma perché sembra che li controlliate. Organizzatevi e cercate di incontrarvi da soli e anche con gli amici. Conoscere i suoi amici è importante. Vederlo in un contesto è fondamentale. Settima regola: accettare le differenze.Rammentate che finché la relazione dura le vostre differenze non peseranno. Ma se deciderete di convivere, emergeranno di prepotenza svegliandovi da un lungo sogno. Consiglio: fate con lui una lunga vacanza, o proponete di andarlo a trovare per 2 settimane. Meglio scoprirle subito, queste differenze, per non tramutare la relazione a distanza in un incubo dentro casa.