Sessismo sul luogo di lavoro: abitudine dura da sconfiggere

Ci sono 10 situazioni sessiste che capitano a tutte le donne sul mondo del lavoro: situazioni antipatiche per le quali ci vorrenno ancora molti anni prima che vengano sconfitte. Vediamo insieme quali sono.

Ci sono alcune situazioni e determinati discorsi pronunciate sul luogo di lavoro che feriscono tremendamente le donne: nell’orgoglio, nell’animo e nell’autostima. Parole che, nonostante passino gli anni, sono sempre più dolorose e, da sempre, sono gli uomini a pronunciarle all0’interno degli uffici lavorativi.

Si tratta di atteggiamenti che parlano chiaro e sottolineano un maschilismo per il quale bisognerà lottare ancora molti anni prima che venga sconfitto: nonostante le quote rosa e le pari opportunità infatti, sono sempre più gli atteggiamenti che indicano un atteggiamento duro da sconfiggere.

Vediamo insieme quali sono i 6 tipici atteggiamenti sessisti che dobbiamo subire varcando la porta di un ufficio.

Il primo è quello di essere scambiata per la segretaria ed essere apostrofata con la frase: “Signorina, mi fa un caffè?”

Poi il fastidiosissimo: “Sei nei giorni del ciclo vero?” solo per che non diciamo si a tutto quello che ci viene proposto.

Non mancano poi le richieste eslicite: “Scusa, posso parlare con un uomo, niente di personale ma lo preferisco”.

Altre volte, ci si trova in riunione e ci si accorge di non venir prese minimamente in considerazione: detta da noi una frase è nulla o, al massimo, degna di qualche cenno d’approvazione mentre detta da un uomo, scatta inevitabilmente l’applauso.

Ancora: di fronte ad un progetto raramente a capo c’è una donna, al massimo si può aspirare a far parte del gruppo di lavoro, ma a capo ci sarà quasi sempre un uomo.

Ed infine, un tristissimo dato di fatto: gli stipendi delle donne sono inferiori di circa il 20% rispetto a quelli di un uomo inquadrato allo stesso livello.

Situazioni insostenibili. Cambieranno mai le cose?

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 26-12-2014

Emanuela Bertolone

X