Sempre più italiani assumono farmaci senza consultare il medico

5 errori da evitare in palestra

E’ sempre più diffusa l’abitudine dell’automedicazione: un italiano su quattro prende farmaci senza consultare il medico.

Antidolorifici, medicine contro la febbre, antibiotici e psicofarmaci: sempre più italiani assumono farmaci senza consultare uno specialista.

L’automedicazione riguarda il 23,4% della popolazione, che assume in autonomia medicine con obbligo di prescrizione. Quali sono i farmaci più usati? Gli antidolorifici indicati dal 55,1% degli intervistati, non mancano gli antibiotici, che vanno tassativamente utilizzati dietro consulto medico, il 37% del campione ammette di averli usati di spontanea volontà, dato che sale al 42,9% nella fascia di età compresa tra i 45 e i 54 anni. Molto utilizzati sono anche gli antistaminici (28,8%) e gli antipiretici (20,3%). Addirittura, il 5,9% delle persone intervistate dichiara di aver assunto, negli ultimi dodici mesi, degli psicofarmaci senza chiedere un confronto con il medico.

Oltretutto, proprio tra i giovani emerge un uso più disinvolto dei farmaci.

Il fai da te si applica anche alla salute e l’automedicazione è una pratica che gli italiani conoscono bene.

Gli anziani si affidano al medico prima di assumere farmaci Nell’indagine si è scoperto come tra i più giovani emerga un uso più disinvolto dei farmaci e dell’automedicazione: tra gli under 24 la percentuale di chi usa medicinali senza confrontarsi con uno specialista supera il 27%. Più attenti gli adulti e gli anziani, forse per una più radicata abitudine al consulto medico: l’automedicazione con farmaci con obbligo di ricetta tra gli over 55 si abbassa al 18%”.

Siamo un popolo di sconsiderati? I numeri dicono questo!

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 22-09-2014

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]