Il segreto per dormire bene è la stanza fredda

5 errori da evitare in palestra

La temperatura della nostra stanza durante la notte è più importante di quanto possiate pensare: con una stanza “fredda” si diminuisce il rischio di problemi legati al metabolismo, tra cui il diabete.

D’inverno la regolazione del termostato può fare un’enorme differenza per la nostra salute nella stanza da letto.
 Secondo gli esperti, la temperatura ottimale in stanza per la notte è tra i 15 e i 19 gradi. Una condizione termica non proprio alla portata dei più freddolosi, i quali rischiano di doversi sotterrare sotto strati di coperte prima di sentirsi a proprio agio. Eppure, in questo modo, il nostro corpo rimane in forma.

Innanzitutto dormendo in una stanza “fredda” diminuiamo il rischio di problemi legati al metabolismo, tra cui il diabete. In questi casi l’ambiente più freddo favorisce la produzione di grasso marrone – o grasso “buono” – raddoppiandola rispetto al normale. Inoltre, dormire al freddo permette di bruciare più calorie durante il giorno. Questi due elementi aiutano a ridurre i rischio di diabete ed altre malattie metaboliche.


Un altro vantaggio del freddo è che sembrerete più giovani. Tenere la stanza sopra i 19 gradi, infatti, impedisce al corpo di raffreddarsi naturalmente attraverso il sonno e la melatonina. Quest’ultima rappresenta il più importante ormone anti-età e permette al corpo, una volta rilasciata, di raffreddarsi naturalmente. In risposta al raffreddamento, il nostro corpo produrrà livelli elevati di ormone della crescita – un’altra sostanza anti-età – in grado di farci apparire e sentire più giovani. Per aiutare il raffreddamento, un consiglio degli studiosi è quello di dormire nudi: in questo modo produrremo anche meno cortisone, un ormone associato allo stress e all’aumento di peso.

L’ultimo consiglio degli esperti è quello di dormire nudi… con qualcuno. Secondo alcune ricerche, i partner che dormono insieme nudi hanno una relazione più felice, aperta e intima rispetto alle coppie che utilizzano il pigiama.

Inoltre, grazie al contatto della pelle, il corpo produce un ormone chiamato ossitocina. 
Normalmente associato alla risposta sessuale, questo ormone può anche aumentare la salute fisica e mentale, combattendo stress, depressione e pressione bassa.

L’ultimo vantaggio del dormire in un ambiente freddo è che, semplicemente, faremo meno fatica ad addormentarci. Questo perché il clima più freddo aiuta il corpo a raggiungere la temperatura ideale per addormentarsi.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 10-11-2014

Emanuela Bertolone

Per favore attiva Java Script[ ? ]