Parlare in pubblico ti spaventa? Scopri come fare a superare la paura e fare dei discorsi di successo!

Parlare in pubblico è un problema? Nonostante sai perfettamente cosa vuoi comunicare, ne abbia una conoscenza approfondita e passione circa l’argomento, a volte comunicarla in un pubblico non è così semplice come si crede.

Parlare in pubblico è uno degli argomenti su cui più si discute e si ricerca, per la sua importanza nella capacità di persuadere su determinati temi e della possibilità di raggiungere gli obiettivi desiderat.

Come diceva Churchill: Un buon discorso dovrebbe essere come una gonna di una donna: lungo a sufficienza per coprire e corto a sufficienza per creare interesse.

L’ultima ricerca sul tema va attribuita all’Istituto IRMAC, ed è stata condotta su un campione di professionisti tra i 35 e i 50 anni. Il 76% degli intervistati si dichiara insoddisfatto dei discorsi sostenuti e afferma di non raggiungere il proprio obiettivo.

Le cause del disagio a parlare in pubblico sono molteplici: dall’ansia ala timidezza, passando per la scarsa padronanza delle regole di base per un buon discorso.

E sono proprio le regole di base la parte su cui poter lavorare, per lenire il senso di ansia o paura che deriva dal parlare in pubblico. Vediamo insieme alcuni punti chiave:

1. Mettersi nei panni del pubblico.  Quando ci si prepara per un discorso è sempre utile pensare a come sarà composta la nostra platea e provare a mettersi nei panni di chi ci ascolta. In questo modo, individuato il target, si riescono a individuare anche i punti focali del discorso e il tenore della conversazione. Altro elemento importante da tenere in considerazione prima di parlare in pubblico riguarda la conoscenza delle loro usanze. Per parlare in pubblico in modo efficace è essenziale evitare gaffe o usare concetti lontani al mondo del nostro pubblico.

2. Fare attenzione alla gestualità: parlare in pubblico è ben diverso dal leggere un discorso scritto. Quando parliamo usiamo un linguaggio e un ritmo diverso e soprattutto coinvolgiamo anche l’espressività corporea, che ha un impatto comunicativo molto forte e importante. Va tenuto a mente che per parlare bene in pubblico le mani vanno tenute sempre visibili e tendenzialmente aperte, ad indicare disponibilità al dialogo e sincerità delle parole.

3. Attenzione al tono della voce: il ritmo del discorso non deve mai essere monocorde, ma deve stimolare l’attenzione e il pensiero di ci ascolta. Ottimo, per parlare in pubblico, fare molte pause: se le frasi non vengono bisbigliate, la pausa crea delle escursioni tonali che richiamano l’attenzione della nostra platea.

4. Mantenete il contatto visivo: parlare in pubblico senza guardare effettivamente il nostro pubblico annulla tutti i desiderata di un ottimo discorso. L’ideale è riuscire a incrociare lo sguardo di chi ci sta di fronte, in modo da coinvolgerlo sull’argomento e creare empatia con chi ci ascolta. Inoltre guardare il pubblico ci serve anche da termometro per capire come sta andando il nostro discorso: se mentre parliamo la platea è distratta possiamo riuscire a sistemare la conversazione in modo da catturare nuovamente la loro attenzione.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 29-01-2015


I segreti per applicare lo smalto in modo perfetto

I rimedi per la sindrome premestruale