Secondo figlio in arrivo, come regolarsi col primo?

L’arrivo di un secondo figlio sconvolge ritmi ed abitudini di tutta la famiglia, in particolare del primo che deve essere preparato a dovere per l’evento

Quando è in arrivo un secondo figlio, soprattutto se a poca distanza dal primo, c’è una piccola, grande questione da affrontare: come reagirà il primogenito? Molto dipende dalla capacità che hanno i  genitori, e la mamma in particolare, nel comunicargli la notizia. La  serenità, la tranquillità, la felicità con  cui informeremo il nostro bambino della venuta di un fratellino o di una sorellina può essere determinante nel predisporlo al meglio ad un evento che cambierà inevitabilmente anche la sua vita.

Naturalmente, prima di infondere sicurezze negli altri la mamma deve ritrovarle in se stessa. Il secondo figlio era voluto? È arrivato per caso, forse prima di quanto fosse lecito auspicarsi? Preoccupata per quello che sarà? È dal  benessere della mamma, anzitutto, che dipende la serenità degli altri componenti della  famiglia, specialmente del più piccolo. L’arrivo di secondo  figlio rappresenta uno scossone, un piccolo terremoto che piomba in casa molte volte proprio quando si è raggiunto un certo equilibrio nella  gestione del primo, nella gestione del lavoro, delle  altre incombenze familiari.

Tra le note positive di una seconda gravidanza c’è che la  mamma sa perfettamente a cosa va incontro. Tutto – o quasi – quello che succede è già stato vissuto in occasione della nascita del primo  bebè.  La novità, significativa ma importantissima, è che d’ora in poi bisognerà riuscire a conciliare i ritmi di due piccoli. Entrambi necessitano di attenzioni costanti, il primo più del secondo perché da  unico destinatario di tutte le attenzioni della mamma si ritroverà a dover coesistere con un “concorrente”; gli riuscirà difficile sopportare tutto, pretenderà che qualsiasi cosa fatta con o per il fratellino sia fatta anche a lui.

Per  preparare bene  un bambino all’arrivo del secondo figlio è il caso di raccontargli tutto della gravidanza. Senza scendere nei dettagli, ovviamente, gli va detto che dentro la  pancia della mamma c’è un bimbo, un futuro compagno di giochi, un cucciolino che necessita di attenzioni ed amore. Il primo figlio va informato in anticipo che quando sarà il momento della nascita del fratellino dovrà stare per qualche giorno  dai nonni, dal papà o da qualche parente, per evitare traumi o sorprese. Fondamentale il momento della  visita in ospedale dopo il parto, in cui il piccolo avrà modo di conoscere il nuovo arrivato e di rivedere la mamma. I momenti difficili non mancheranno, ma a tutto c’è rimedio. Con l’aiuto del papà, dei nonni, il primo figlio non dovrà mai sentirsi escluso a vantaggio del secondo.

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 27-10-2014

Donna Glamour

X