Sara Maino è il nuovo Coordinatore Scientifico di IED Firenze

IED, Istituto Europeo di Design, nomina Coordinatore Scientifico di IED Firenze Sara Maino, Senior Editor di Vogue Italia e collaboratrice consolidata del Gruppo IED.

chiudi

Caricamento Player...

La prima esperienza di Sara Maino nel mondo della moda risale ai primi anni ‘90, in cui lavorava alla recente apertura del concept store 10 Corso Como, a Milano, prima di entrare in Vogue Italia come stagista nel 1994.

Oggi Sara Maino rappresenta la mente e il cuore di Vogue Talents, progetto nato nel 2009 a sostegno di giovani designer emergenti. Lungi dall’essere un semplice progetto editoriale, in uscita due volte l’anno con Vogue Italia, Vogue Talents costituisce una rete di scouting e supporto per i migliori talenti del settore moda donna, uomo, accessori e fashion photography. Vogue Talents è, inoltre, una piattaforma in grado di creare connessioni tra i designer e l’industria della moda, sostenendo la crescita di opportunità e di nuove collaborazioni.

Sara Maino è regolarmente presente ai più importanti “talent spotting shows” internazionali, in veste di giudice accreditato.

Tra gli eventi più importanti: l’International Talent Support competition, il Designer’s Nest Show&AwardThe H&M Award, il Berlin Fashion Film Award e il Scottish Fashion Awards. In continuo aumento anche il numero di nuove iniziative dedicate ai giovani talenti e firmate da lei: The Vogue Talents Corner, in collaborazione con Thecorner.com, e Who is on Next? sono solo due degli eventi di scouting organizzati da Vogue Italia nel bellissimo Palazzo Morando, a Milano.

“La consolidata collaborazione con Sara Maino ha dato modo al Gruppo IED di apprezzarne professionalità e competenza – afferma Maurizio Cortese, Direttore Generale IED – Grazie al suo contributo il Gruppo potrà rafforzare ulteriormente il suo ruolo di leader del settore e continuare a eccellere in termini di offerta formativa”.

Sara Maino, Coordinatore Scientifico di IED Firenze commenta:

“Per me è un privilegio aiutare e sostenere la nuova generazione di designer che si formeranno in IED Firenze. Credo che i giovani creativi che segneranno il mondo della moda dei prossimi anni abbiano bisogno di tutto il sostegno e l’esperienza possibile”.