Rita Dalla Chiesa accusa: “Io fuori dalla tv per colpa dei giovani”

Clamoroso atto d’accusa di Rita Dalla Chiesa: la colpa del suo allontanamento prima dalla conduzione di Forum e poi dall’emittente La7? Dei giovani.

chiudi

Caricamento Player...

Largo ai vecchi. I giovani vadano in pensione, piuttosto. Non è il mondo alla rovescia, ma il Rita Dalla Chiesa-pensiero.

Al settimanale Stop, la conduttrice tv non ha trovato di meglio che accusare i più giovani del fatto di aver prima perso le redini di Forum, poi di essere stata allontanata da La7 senza aver mai avuto la possibilità di guidare un programma. L’atto di accusa della bionda presentatrice è lungo, dettagliato e circostanziato.

“Restare senza un programma fa un effetto strano, molto strano davvero. Credo, infatti, di non avere la necessità di dimostrare niente a nessuno. Ho dalla mia parte trent’anni di grandi ascolti, di trasmissioni più che dignitose e un pubblico che non mi ha mai voluto abbandonare. Invece vengono preferite persone nuove ma che non possono offrire alcun tipo di garanzia in termini di sicurezza e soprattutto serietà professionale”.

Giovani, appunto. Tutta colpa loro.

“Fintanto che i giovani, che spesso provengono da ambienti diversi rispetto a quello televisivo, non dimostreranno di saper fare i nostri stessi numeri allora io preferisco restare a guardare”.

Quanto alle disavventure su La7:

“Io non ho avuto la possibilità neppure di andare in onda un minuto lì e ho subìto una grossa ingiustizia. L’editore avrebbe voluto una trasmissione tipo Forum, io invece un talk show nuovo per la fascia pomeridiana. La mia etica professionale, ma anche ragioni affettive, non mi permetteva di fare programmi fotocopia. E così non se n’è fatto più nulla”.