I rimedi naturali per l’influenza

Bacche di sambuco e zinco per combattere naturalmente gli stati influenzali

chiudi

Caricamento Player...

I rimedi naturali per l’influenza non sono tutti conosciuti quanto il brodo di pollo o le spremute di agrumi che ci hanno sempre dato da bambini.

Rimedi naturali e profumati

Chi non è abituato ad acquistare rimedi erboristici e preferisce affidarsi essenzialmente ai medicinali, non sa che ci sono alcune piante in grado di alleviare efficacemente i sintomi dell’influenza. Fiori essiccati di sambuco ad esempio si utilizzano per preparare un infuso da bere bollente e addolcito con miele (per beneficiare delle sue proprietà antisettiche), al fine di aumentare la sudorazione e abbassare così il livello della febbre. Si dovranno adoperare 40 grammi di fori di sambuco per ogni litro di acqua bollente, nella quale si dovranno lasciare in infusione per almeno 10 minuti.
La tisana all’echinacea è molto efficace nel ristabilire i livelli delle difese immunitarie, aiutando quindi il corpo a contrastare gli attacchi dei virus responsabili di raffreddori e influenze. Si dovrà lasciare un cucchiaino di fiori essiccati di echinacea in infusione per cinque minuti in una tazza di acqua bollente prima di bere l’infuso, preferibilmente la sera.

I rimedi naturali per l’influenza: come prevenirla

Naturalmente in erboristeria esistono erbe in grado di curare i sintomi influenzali e altri vegetali in grado di prevenire l’attacco dei virus. Tra di essi spicca lo zenzero, potente antibatterico naturale. Ottimo in abbinamento ad altri tipi di erbe, lo zenzero può essere utilizzato per preparare un decotto. Si fa innanzitutto cuocere in acqua bollente un tocchetto di zenzero fresco tagliato a piccoli pezzi per una decina di minuti. Si fa quindi riposare per altri cinque e si aggiungono al decotto due chiodi di garofano, mezza stecca di cannella e due cucchiaini di tè bancha. Le nuove erbe andranno lasciate in infusione per altri cinque minuti, quindi l’infuso andrà bevuto ancora tiepido. Se si sarà raffreddato eccessivamente potrà essere filtrato con un colino a maglie strette e quindi riscaldato per qualche minuto (o qualche istante nel forno a microonde).