Rimedi naturali e metodi semplici per le gambe gonfie

Piccoli gesti e giusti alimenti contrastano la ritenzione idrica responsabile delle gambe gonfie. Via libera a uva, sedano e ananas. Giro di vite all’uso di sale, zucchero e dado da cucina. Consigliate le docce fredde e raccomandati i pediluvi.

chiudi

Caricamento Player...

Gambe gonfie?

Bisogna rendere il sangue più fluido, partendo dalla scelta precisa di alcuni alimenti. Per la precisione: uva, ananas e sedano.

Uva: esiste un infuso di vite rossa che si può gustare freddo. E’ un vero toccasana per la salute delle vene e per contrastare le varici. E poi, via libera ai chicchi d’uva.

Ananas: contrasta la ritenzione idrica, uno dei principali fattori che gonfiano le gambe. basterà frullare ananas fresco, con l’aggiunta di un pompelmo.

Sedano: è particolarmente indicato nel caso di capillari evidenti e vene ingrossate. La ricetta per risolvere questo problema è composta da due gambi di sedano comprese le foglie e un limone. Tutto nel frullatore.

Durante la stagione estiva, per fare i conti con le gambe gonfie, occorre, inoltre, evitare alcuni alimenti. Il primo è il sale, da ridurre per contrastare la stasi circolatoria. Il secondo è lo zucchero bianco, che di certo non favorisce la circolazione. E ancora: i dadi da cucina, i salumi, i formaggi (in particolare quelli stagionati), la salsa di soia e gli alimenti sott’olio. Tutto da ridurre drasticamente.

Vanno, invece, prediletti i frutti rossi, viola, arancioni e blu: quindi, fragole, anguria, mirtilli, more, lamponi, melone e ciliegie. Consigliamo anche alcuni metodi, come le spugnature con bicarbonato. Quest’ultimo leviga la pelle, le dona ossigeno e, a contatto con l’acqua, favorisce il microcircolo.

Un’abitudine efficace è anche la quotidiana doccetta fredda, che a inizio giornata, se protratta per 5 minuti, stimola la circolazione del sangue verso l’alto.

A fine giornata si può fare un pediluvio drenante a base di sale marino, jojoba e olio di zenzero. Questo trattamento è particolarmente salutare per le caviglie, oltre che per le gambe gonfie.

Ultimo consiglio: una fiala di potassio al giorno. Esso facilita l’eliminazione del sodio, responsabile della ritenzione idrica.