Rimedi naturali contro gli insetti

Adottando rimedi naturali è possibile tener lontani gli insetti da casa e balcone

In primavera spesso in casa arrivano ospiti indesiderati, quante volte ci è capitato di scorgere una fila di formiche sopra il lavandino! Per evitare i pesticidi chimici si possono utilizzare rimedi naturali ed ecologici per liberarci dai fastidiosi insetti, non solo in casa ma anche sul nostro balcone.

Per eliminare le formiche, oltre all’accortezza di tenere sempre puliti mobili, scaffali e  pavimenti, prendete qualche peperoncino secco, sminuzzatelo, versatelo in un vaporizzatore con dell’acqua, lasciate riposare qualche ora e spruzzatelo sulla zona interessata. Se avete animali usate aceto al posto del peperoncino che potrebbe risultare irritante per il vostro gatto o cane.

Oppure , dato che le formiche non amano la menta, potete provare a lasciare qualche bustina di tè alla menta vicino ai punti nevralgici. Ancora, ottimi deterrenti sono i fondi del caffè , il pepe di cayenna o i cetrioli amari che dovrete disporre in prossimità dei punti dove vedete comparire i fastidiosi insetti.

Anche per i parassiti che probabilmente all’inizio della stagione primaverile attaccheranno le piante del balcone potete usare alcuni rimedi naturali.

Una pianta infestata dai pidocchi

Un  rimedio veloce da preparare e molto efficace è quello di mettere qualche pezzettino di  sapone di marsiglia in circa due litri d’acqua tiepida, mescolare finché il sapone non si è sciolto e spruzzarlo sulle piante.

Per i cosiddetti pidocchi delle rose o afidi, prendete due spicchi d’aglio, schiacciateli e uniteli ad un litro d’acqua nel quale avrete versato anche due cucchiaini di peperoncino in polvere. Lasciate macerare per due giorni, filtrate, aggiungete due cucchiai da minestra di sapone nero liquido ( lo trovate in drogheria) e spruzzate il composto ottenuto sui gambi delle rose.

Come abbiamo visto, gli afidi non amano l’aglio, provate a metterne uno spicchio o a testa in giù  vicino al bordo, senza sbucciarlo. In questo modo la terra assorbirà lo zolfo contenuto nell’aglio e verrà così disinfettata. Ancora, tritate finemente un etto d’aglio in dieci litri d’acqua, lasciate macerare per tre giorni, poi irrorate sia pianta che terreno con il liquido. Volendo potete filtrare il composto per usare il vaporizzatore sulle foglie.

Un altro rimedio efficace ci viene offerto dal tabacco: Immergete alcune sigarette fumate in due litri d’acqua, lasciate per una notte, filtrate e spruzzatelo sullo foglie. Lasciate agire un giorno poi lavate la pianta con acqua per eliminare i residui del tabacco.

ultimo aggiornamento: 13-04-2015

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X