Ricovero forzato in psichiatria per la bad girl Amanda Bynes

Dopo diversi episodi shock di cui recentemente è stata protagonista, Amanda Bynes è stata ricoverata dopo aver accusato il padre di molestie

chiudi

Caricamento Player...

Dopo la rehab di luglio scorso, Amanda Bynes aveva provato a rifarsi una vita lontana dai riflettori e si era iscritta al Fashion Institute of Design and Merchandising in California. Costretta a vivere a casa dei genitori per restare sotto osservazione, da circa due settimane era tornata a vivere da sola.

Eppure questa esperimento è fallito in fretta. Prima è stata arrestata per guida in evidente stato d’alterazione da stupefacenti alla guida della sua Mercedes, che le ha provocato mezza giornata in gattabuia e quindicimila dollari di cauzione.

Ai corsi del suo fashion institute quelle rare volte che si presentava solo per pagare i suoi compagni di classe per farle i compiti, fino ad arrivare alle aggressioni in discoteca a fans e fotografi che la importunavano per far delle foto. Insomma in due settimane di libertà s’è rifatta dei mesi chiusa in casa sotto il controllo dei genitori.

Proprio pochi giorni fa però, dopo aver ripreso il controllo del suo Twitter, avrebbe dato velatamente del maniaco sessuale al padre. Salvo poi cancellare la cinguettata giustificandola col la scusa del secolo.

Leggi anche: Amanda Bynes accusa il padre di molestie e poi smentisce

Ed è stato proprio questo cinguettio infamante a far ricorrere ai ripari i suoi genitori e dopo che la stessa star aveva smentito giustificando il tutto dicendo che era stato il microchip impiantato dentro di lei a farle scrivere queste cose. E così Amanda è stata prelevata di forza e portata di nuovo in una struttura ospedaliera, l’Las Encinas Hospital di Pasadena (LA), dove la stavano aspettando l’avvocato e i dottori. Dottori che visitandola hanno dovuta farle un ricovero coatto per evidenti problemi mentali, dapprima per sole 72 ore ma poi a quanto pare esteso per 14.

Per Amanda Bynes, è un periodo a dir poco difficile!