Per riconquistare l’ex bisogna avere la predisposizione oppure crearsela. Nulla avviene per omeostasi.

Molti hanno opinioni contrastanti su cosa sia meglio fare e non fare per riconquistare l’ex, alcuni si affidano al migliore amico, chi alla mamma e persino chi ricorre alla magia. Ma quali sono i consigli giusti? Quale strada si dovrebbe percorrere?
Sicuramente scegliere un professionista in questo campo è il primo passo da fare per evitare errori che comprometterebbero il percorso di riconquista e la possibilità di ricostruire un futuro insieme.

Domenico Iapello è un esperto del settore e grazie ai suoi studi sulle relazioni di coppia e sulla riconquista del proprio partner ha aiutato numerose persone a riconquistare l’ex, le quali sono partite dai suoi mini corsi gratuiti che mette a disposizione per impare come riconquistare una ex, oppure, per le donne, come riconquistare un uomo. Dargli un’occhiata non costa nulla, soprattutto per apprendere i giusti meccanismi di riconquista.

Impostare il giusto percorso

Entriamo nel vivo del discorso e vediamo insieme come impostare il giusto percorso per riconquistare l’ex. Per fare ciò, risponderò alle due domande che ci vengono poste con maggiore frequenza:

  1. Posso riconquistare l’ex se non mi ama più?
  2. Come faccio a rimediare ai miei errori?

Molte volte il partner ci lascia dicendo frasi come “non so se ti amo” oppure “non ti amo più” e noi iniziamo a porci mille domande per capire a cosa è dovuta questa considerazione se fino a 2 giorni prima ci ha dimostrato l’esatto contrario.

Non vi è mai capitato di dire una bugia solo per allontanarvi da una situazione che non vi fa stare bene? Ecco spiegato il perché di queste affermazioni. Per chiudere velocemente il discorso, a volte, si dicono cose che non si pensano realmente. Ma che ti fanno raggiungere subito una certa tranquillità e distacco dal partner.

Probabilmente il sentimento è andato a scemare ma questo non rende impossibile riconquistare l’ex. Quello che possiamo fare al posto di tormentarci è analizzare l’ultimo periodo e cercare di dare una spiegazione logica alla rottura: Troppe attenzioni? Poche attenzioni?

Domenico Iapello nei suoi mini corsi gratuiti spiega in modo accurato tutti gli errori da evitare. Primo grande passo per una buona riconquista dell’ex.

Riconquistare l'ex
Riconquistare l’ex

Il distacco emotivo

Una volta compresi gli sbagli commessi, si può pensare a come rimediare ad essi. Anche se di primo impatto pare una soluzione assurda, il distacco iniziale è l’arma vincente. Ognuno in base alla propria situazione dovrebbe rispettare un distacco differente.

Mi spiego meglio: continuare a cercare l’ex con chiamate, messaggi, regali, ecc.. non serve a nulla. Serve soltanto il reset del campo emozionale. Questo permetterà ad entrambi di riflettere sulla situazione senza pressioni e di liberarsi dalle emozioni negative che hanno soffocato la vostra storia d’amore.

Ovviamente il pensiero successivo sarà: “così lo perderò o la perderò per sempre!”. Assolutamente no, anzi, sarete poi pronti per tentare un riavvicinamento. Potrei stare qui ore a spiegarvi perché il distacco emozionale funziona ma non è necessario. Dovete avere fiducia nella persona che vi segue e in voi stessi.

Ricapitolando, riconquistare l’ex può essere più o meno difficile ma non impossibile. Bisognerebbe comprendere quali sono stati gli errori commessi e iniziare con la fase del distacco emozionale, prima di tentare qualsiasi approccio. Questo è solo il primo passo da fare per riconquistare l’ex ed è importante tanto quanto difficile. Ecco perché sarebbe meglio avere il supporto di un esperto che vi illustrerà anche tutti gli step che verranno dopo. Intanto ti auguriamo ogni bene e una felice riconquista.


È stato assegnato il Premio Nobel per la Medicina 2019

Le donne lavorano meglio con le temperature più alte: lo conferma la scienza!