L’attore Riccardo Scamarcio non si sente più un sex symbol

Ospite a Le invasioni barbariche, Riccardo Scamarcio racconta che i tempi di Tre metri sopra il cielo sono lontani e ora è pronto per il matrimonio.

Ospite di Daria Bignardi, Riccardo Scamarcio ha presentato il nuovo film che lo vede protagonista, Nessuno si Salva da solo, tratto dal romanzo di Margaret Mazzantini e diretto da Sergio Castellitto.

Oltre al film, inevitabilmente l’intervista si è concentrata sulla recente notizia delle nozze imminenti con Valeria Golino, ma Riccardo Scamarcio, confermando la sua tipica riservatezza, dichiara di non apprezzare il gossip sulla sua vita privata.

Leggi anche: Valeria Golino e Riccardo Scamarcio dopo dieci anni di fidanzamento si sposeranno

Non voglio esplicitare la mia gioia in questo luogo! Uno, per quanto può, cerca di non condividere le sue cose private.

Leggi anche Riccardo Scamarcio e Valeria Golino si sposano

L’intervista con Riccardo Scamarcio si concentra comunque sull’amore, seppur per vie traverse, parlando del film che lo vede protagonista di una storia d’amore durata dieci anni:

Hanno un momento idilliaco, si innamorano, si sposano e poi hanno un inesorabile disamore. Sono entrambi personaggi irrisolti. Credo che il pubblico si possa identificare con loro. La cosa che mi piace di questo film è che questi personaggi sono raccontati con una certa indulgenza. Nonostante si dicano cose veramente cattive l’uno all’altra, io ho provato una grande tenerezza e commozione.

Nessuno si salva da solo, vede Riccardo Scamarcio impegnato in cinque scene di sesso bollente e , alla domanda su quale sia stata la scena  più imbarazzante da girare commenta:

Sono cinque scene diverse, perché il rappoorto tra i due cambia negli anni. Nella prima, Sergio ci ha chiesto di raccontare il desiderio della carne, la passione iniziale. Per fortuna io e Jasmine ci conosciamo da anni, ho prodotto il film di Valeria con Jasmine, “Miele”, ormai siamo una famiglia.

I tempi di tre metri sopra il cielo sembrano decisamente lontani, Riccardo Scamarcio è ora più maturo e solido e infatti aggiunge a margine dell’intervista:

Prima mi chiamavano il James Dean dei poveri, ora non sono più un sex symbol.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 05-03-2015

Lorenza Marotti

X