Reati contro gli animali in triste aumento

I reati contro gli animali e gli incendi hanno subito una triste impennata, come riporta il rapporto Ecomafia 2016 di Legambiente

I reati contro gli animali e soprattutto gli incendi, sono tristemente in crescita. Hanno subito un’impennata che sfiora il 49 per cento. E’ quanto rivela Ecomafia 2016 di Legambiente, le storie e i numeri della criminalità ambientale in Italia, edito da Edizioni Ambiente con il sostegno di Cobat, e presentato al Senato. I roghi hanno mandato in fumo più di 37.000 ettari, ma sono a rischio anche i beni culturali. Le cosiddette ecomafie continuano i loro affari anche nel racket degli animali con ben oltre 8 mila reati contro gli animali commessi.

Ogni ora ci sono circa 4 nuovi reati

Lo scorso anno sono stati recuperati o sequestrati dalle forze dell’ordine beni culturali per un valore che supera abbondantemente i 3,3 miliardi. Un valore 6 volte superiore a quello registrato l’anno scorso.

Invece per quanto riguarda i roghi, alla Campania va la maglia nera per il numero più alto di infrazioni, 894 (quasi il 20% sul totale nazionale), seguita da Calabria (692), Puglia (502), Sicilia (462) e Lazio (440).

Il nuovo rapporto di Legambiente sulle ecomafie, redatto a seguito dell’introduzione nel Codice penale della legge sui delitti ambientali e di un’azione repressiva più efficace, mostra una lieve inversione di tendenza sul fronte dei crimini ambientali.

Tuttavia, nonostante il quadro complessivo sia leggermente migliore rispetto ad un anno fa, preoccupa l’impennata di alcuni illeciti legati alla filiera agro-alimentare e contro gli animali.

Il testo di Legambiente racconta il lento ma importante cambiamento avviato nel 2015, con l’approvazione della legge sugli ecoreati.

La legge 68/2015  si è fatta attendere per oltre 20 anni, ma ha infatti introdotto nel nostro Codice penale quattro nuovi reati: il delitto di inquinamento ambientale, il delitto di disastro ambientale, il delitto di traffico e abbandono di materiale di alta radioattività e il delitto di impedimento del controllo.

ultimo aggiornamento: 15-07-2016

Giulia Drigo

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X