Quattro guardie carcerarie daranno un figlio ad un gangster che sconta 20 anni di carcere

La storia incredibile di Tavon ‘Bulldog’ White: condannato a 20 anni di carcere si è creato in prigione una sorta di harem: 4 guardie carcerarie gli daranno un figlio e due di loro si sono fatte tatuare il suo nome.

chiudi

Caricamento Player...

“Questo e’ il mio carcere, la mia parola e’ legge”. A parlare e’ il gangster Tavon ‘Bulldog’ White, condannato a 20 anni di prigione,in possesso di un grandissimo cartisma tanto da riuscire ad avere relazioni con alcune guardie carcerarie: di queste 4, a breve, gli daranno un figlio.

Una storia che ha dell’incredibile: condannato per reati di di droga e tentato omicidio, poco alla volta Tavon ‘Bulldog’ White, si è creato un vero e proprio arsenale all’interno del carcere: un potere indiscusso confermato da soldi, droga e donne.

La sua influenza psicologica è stata talmente forte che Tavon ‘Bulldog’ White dopo essere stato condannato a 20 anni di carcere si è creato in prigione una sorta di harem: ha ingravidato ben 4 guardie carcerarie del centro di detenzione di Baltimora City.

Tavon ‘Bulldog’ White nonostante la reclusione, è a capo di una potente banda di trafficanti, la Black Guerrilla Family che agisce indisturbata nel carecere di Baltimorra, rendendolo uno dei penitenziari più pericolosi degli interi Stati Uniti. Dalle indagini dell’Fbi e’ emerso che White, boss di una banda locale, riuscisse a guadagnare con il traffico di droga in prigione tra i 10mila e i 20mila dollari a settimana.

La vita di Tavon ‘Bulldog’ White ha continuato ad essere malavitosa anche all’interno del carcere stesso. L’uomo ha ammesso in tribunale federale di aver contrabbandato dentro le mura del penitenziario telefoni cellulari, farmaci e altri beni proibiti. Nessun reato però per quello che è accaduto con le 4 guardie carcerarie.

Sulle donne che lavoravano all’interno dell’Istituto White esercitava una tale influenza psicologica che, oltre ad aver voluto fermamente tenere i bambini che portavano in grembo, due delle quattro donne si sono tatuate sulla pelle il nome Tavon ‘Bulldog’ White: una sul polso e l’altra sul collo.