Contramal: a cosa serve e la sua posologia

A che cosa serve il farmaco Contramal, la posologia generica e quante gocce di tramadolo cloridrato bisogna prendere per eliminare in breve tempo il dolore.

chiudi

Caricamento Player...

Il dolore colpisce all’improvviso, e molto spesso proprio quando meno ce lo aspettiamo. Anche se inizia in forma leggera, tende ad aumentare col passare delle ore fino a compromettere il benessere psicofisico generale. Contramal può aiutarci a portare il dolore verso una soglia più tollerabile, oppure eliminarlo del tutto.

Per il Contramal il principio attivo è il tramadolo cloridrato. Questo farmaco si trova in commercio sotto forma di capsule rigide, compresse a rilascio prolungato, gocce orali e soluzione iniettabile. Il principio attivo fa parte della categoria degli oppioidi ed agisce sul sistema nervoso centrale, agendo specificamente sulle cellule nervose del cervello e del midollo spinale. Gli analgesici oppiodi (come Contramal e OxyContin) e ketorolac trometamina (come Toradol) sono tra gli analgesici per mal di denti più comunemente usati.

Dosaggio di Contramal compresse e fiale

Prima di farne uso, è bene consultare sempre il proprio medico che valuterà l’entità del dolore prima di prescrivere la giusta posologia. In ogni caso, per ridurre il dolore bisogna assumerne la minima quantità efficace e non bisogna mai superare i 400 mg di tramadolo cloridrato al giorno, tranne per particolari condizioni cliniche.

Per i pazienti adulti (e anziani in assenza di insufficienza epatica o renale) il dosaggio è di 50–100 mg di tramadolo cloridrato ogni 4/6 ore.

Per bambini da 1 a 12 anni, la dose è di 1–2 mg per ogni kg di peso corporeo. Il dosaggio giornaliero massimo è di 8 mg di sostanza attiva per ogni kg (400 mg di sostanza attiva).

In caso di insufficienza renale e/o epatica, bisogna valutare l’assunzione in base alle necessità del paziente, siccome l’eliminazione del tramadolo è ritardata.

Contramal in gocce: la posologia

Il farmaco in gocce va assunto con un po’ di liquido o di zucchero, indipendentemente dai pasti. Il dosaggio giornaliero massimo è lo stesso. Per fare la conversione del principio attivo in gocce, basti sapere che ogni goccia contiene 2,5 mg di principio attivo.

Posologia di Contramal in gocce
Quante gocce di Contramal prendere?

Contramal: effetti collaterali

Il Contramal non è un medicinale propriamente leggero, quindi non bisogna mai abusarne. Evitate di assumerlo per lunghi periodi, tenendo presente che potrebbe infondere sonnolenza e che è sconsigliato prenderlo se poi si decide di mettersi alla guida o utilizzare macchinari.

L’effetto indesiderato più comune è una sensazione di nausea (capogiri, mal di testa, sonnolenza), in molti riscontrano nausea (stitichezza, bocca secca, vomito) e sudorazione più abbondante del solito.

Fonte foto in copertina: https://pixabay.com/it/contenitore-imballaggio-pacchetto-659073/