Quali sono le cure per curare la psoriasi?

5 errori da evitare in palestra

La psoriasi è una patologia cronica infiammatoria della pelle, non contagiosa, ma invalidante, manifestandosi in diversi stadi e interferendo sulla quotidianità della persona

La psoriasi è una malattia della pelle, non infettiva né contagiosa, solitamente di carattere cronico che sembra essere correlata ad un aumentato rischio di malattie cardiovascolari tra cui l’ictus e l’infarto del miocardio.

La psoriasi è una patologia dermatologica che interessa 2 milioni e mezzo di persone in Italia con diversi livelli di severità. Complessa, invalidante, con lesioni che interferiscono sulla vita personale e sociale.

Colpisce le persone predisposte alla stessa geneticamente ed è collegata talvolta ad altre malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide o la celiachia. In pratica si crea un inspessimento della cute che porta alla manifestazione di chiazze desquamanti e di tipo eritematoso

La maggior parte delle terapie contro la psoriasi sono di tipo topico, ovvero esterne da applicare sulla pelle, le quali puntano a ridurre  l’infiammazione e la risposta immunitaria dell’epidermide, di solito si tratta di creme a base di vitamina D e pomate cortisoniche.

Nei casi più gravi,  insieme alla terapia topica si utilizzano farmaci come ciclosporina, acitretina, metotrexate. L’utilizzo di una terapia farmacologica via orale generalmente viene impiegata per psoriasi sistemiche ed è volta a decrementare gli stati infiammatori che comporta la patologia stessa.

Una valida alternativa all’utilizzo delle pomate a base di cortisone e vitamina D è la fototerapia a base di lampade UVB a banda stretta: devono essere eseguite da persone specializzate in centri adibiti all’uso di questi macchinari.

Se si vuole combattere efficacemente la psoriasi, anche seguire uno stile di vita sano è importante, quindi una dieta corretta, l’esposizione controllata ai raggi del sole, evitare il fumo di sigarette e tenere sotto controllo la pressione arteriosa può aiutare il sistema immunitario a gestire la malattia.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 10-10-2014

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]