Qual è la cura di fitoterapia più adatta a combattere le emorroidi? Vediamo insieme come si può attenuare e lenire questo disturbo!

L’aloe vera è la prima cura che citiamo, dal momento che è risaputo avere una azione lenitiva e antinfiammatoria. Grazie a queste proprietà, si riesce ad alleviare i disturbi legati alle emorroidi. Anche la sua proprietà cicatrizzante aiuta tantissimo contro le emorroidi. In gel, può essere spalmato laddove necessario.

L’ippocastano, invece, è nei suoi semi e nella sua corteccia ricco di nutrienti vasocostrittori. In questo modo le emorroidi saranno più facilmente riassorbibili. Inoltre, esiste anche la vite rossa e le sue proprietà impiegate nella cura delle vene varicose, flebiti, fragilità capillare, couperose, edemi, ritenzione idrica, stasi ematica ed ovviamente emorroidi.

Le foglie di vite rossa hanno proprietà antiossidanti e antinfiammatorie, infatti, ed aiutano a vasoproteggere. Addio anche a edemi e gonfiori!

L’amamelide: anch’essa ha proprietà vasoprotettrici e tonificanti. Agisce sulle pareti venose che vengono danneggiate durante le infiammazioni come quelle emorroidali. Infine citiamo la centella in foglie. I vasi rimangono tonici ed elastici e le sue azioni lenitive risultano utilissime per la cura di quelle patologia chiamata “microangiopatia”, spesso conseguenza di una patologia più grave, ovvero il diabete.


Come avere il look di Emma Marrone

Quando costa botox capelli