Un’insegnate di una scuola materna di Perugia è stata processata con l’accusa di avere usato violenza fisica e psicologica sui suoi alunni, istigandoli a picchiare i compagni.

In una scuola materna di Perugia, alcuni bambini hanno subito delle vere e proprie violenze fisiche e verbali da parte di un’insegnante. La donna non solo urlava e minacciava ripetutamente gli alunni ma istigava gli altri compagni a usare violenza su di loro. Il tribunale ha deciso di processarla con rito abbreviato.

Il caso dell’insegnate di Perugia: processata per aver usato violenza fisica e psicologico ai bambini della scuola materna

A quanto riporta ANSA, l’insegnate di una scuola materna di Perugia usava violenza fisica sui bambini e anche psicologica. Durante il processo che porta a testimoniare alcuni genitori affiancati dagli avvocati Michele Titoli e Andrea Castori si è accusato la donna di aver schiaffeggiato i bambini e di averli minacciati di pubblicare video che avrebbero testimoniato il loro essere “cattivi”. Così la maestra terrorizzava i suoi alunni, spingendo persino alcuni a picchiare altri compagni di classe. Inoltre dalla fonte sopracitata, è emerso che la donna spesso si disinteressava agli alunni trascorrendo molto tempo sullo smartphone e tenendo i bambini al buio. Attualmente, l’insegnate è stata processata con rito abbreviato in attesa che il tribunale faccia chiarezza sulle responsabilità dell’accusata.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 23-09-2021


Sara Pedri, le parole confessate alla sorella: “Qui è un inferno”

La storia di Marika, morta di parto a 27 anni: aperta un’inchiesta