Il Principe Harry commosso dagli Orfani di San Paolo

La storia di due piccole ospiti di un centro di San Paolo non lascia insensibile il Principe Harry, in viaggio ufficiale in Brasile.

chiudi

Caricamento Player...

Altro che insensibile e scapestrato. Non ha retto all’emozione il principino Harry durante l’ultimo viaggio ufficiale in Brasile. A colpirlo, in particolare, la storia di due sorelline, Karina di 8 anni e Carolina di 9, incontrate durante la visita alla comunità Acer di San Paolo, che offre aiuto ai ragazzi che hanno perso i genitori per problema di droga e di violenza. Il papà è in prigione, la mamma è stata assassinata all’età di 24 anni e le piccole sono rimaste sole.

“Sono rimasto completamente sopraffatto e sotto shock”, ha raccontato Harry. “Sono solo due bambine, mi sono commosso solo a guardarle. Avrei voluto parlare della mia esperienze, ma non era il caso, perché è così lontana… Volevo usare la mia esperienza in qualche modo, per cercare di dare loro un po’ di comprensione, dal momento che io so quello che stanno passando”.

Un tuffo nel passato, dunque, alla tremenda e dolorosa esperienza della perdita  della mamma nel 1997, che ha sopraffatto il giovane. Il quale, forse ha ereditato proprio dalla mamma Diana l’amore e la sensibilità verso chi soffre. All’epoca dell’incidente mortale parigini in cui perse la vita Lady D, il piccolo Harry aveva solo 12 anni, pochi in più rispetto a Karina e  Carolina. E perdere la mamma è una tragedia che segna per sempre, ricchi e poveri, gente comune e nobili di stirpe reale.

Guarda cosa accadde oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”21130″]