Prepariamoci all’Estate con il binomio Dieta e Salute

Dieta e salute: binomio da sempre vincente che mai come in estate si rivela di fondamentale importanza.

chiudi

Caricamento Player...

Il concetto di una dieta sana ed equilibrata è da sempre sinonimo di salute.

L’utilizzo di alimenti come medicina preventiva si perde nella notte dei tempi. I Cinesi, gli Egizi, i Sumeri sono solo alcune delle civiltà che hanno lasciato prove degli effetti benefici del cibo a fini terapeutici.

Oggi è appurato che alcune componenti degli alimenti possono avere determinanti effetti sul nostro benessere.

Migliori condizioni sanitarie, sociali ed economiche hanno portato a un notevole allungamento della vita media. Ma “vivere di più” non è sinonimo di “vivere meglio”.

Poiché spesso le cause di svariate patologie sono da noi governabili, la qualità della nostra vita dipende, prima di tutto, da noi, dalla consapevolezza della possibilità di essere protagonisti del nostro benessere.

E il nostro benessere inizia dalla tavola.

Il cibo non è solo un mezzo di sostentamento. È una risorsa terapeutica, una fonte inesauribile di principi attivi naturali alla quale attingere per prevenire malattie e assicurare il nostro equilibrio psico-fisico.

Un primo passo verso un’alimentazione equilibrata è sicuramente il consumo di frutta e verdura di stagione.

Consumare fruttaverdura di stagione contribuisce a garantire al nostro organismo maggiori quantitativi di fibrevitamine e sali minerali rispetto a quella fuori stagione.

Inoltre molti studiosi hanno, già ampiamente dimostrato che esiste un legame molto stretto tra le condizioni climatiche – atmosferiche e i processi fisiologici che avvengono nell’organismo.

L’estate, per esempio, è sinonime di sole, di mare, di montagna, … .

Le giornate si allungano e ciò porta ad essere più reattivi e a vivere maggiormente all’aria aperta e talvolta a disperdere più energie … .

Ma ecco che la natura ci viene incontro con alimenti che ci sostengono e ci nutrono … anche solo osservandoli!

Pensiamo ad esempio alla “briosa” frutta estiva come l’albicocca. Presenti in natura in numerose varietà, gli allegri frutti dell’estate maturano tra giugno e luglio. Contengono notevoli quantità di vitamine (soprattutto vit B, C, PP, nonché carotenoidi che sono i precursori della vit A) e di elementi minerali quali magnesio, fosforo,ferro, calcio e potassio

Molto comuni sono anche i prodotti derivati (marmellate, gelatine, succo) utilizzati come dolcificanti o nelle preparazioni dolciarie.

E’ però evidente che il massimo delle loro proprietà si estrinseca se vengono consumate crude, meglio a perfetta maturazione per una più facile digeribilità. Hanno proprietà antianemiche, rinfrescanti, lassative ed equilibranti del sistema nervoso (non a caso il colore arancione è il colore dell’allegria e della socialità!!!).

Per tale motivo vengono consigliate (soprattutto nell’alimentazione pediatrica) negli stati depressivi, nell’insonnie, nel nervosismo e nelle fasi di convalescenza. Il loro apporto calorico varia tra 28 kcal (albicocche fresche) e 274 kcal (albicocche secche).

Altro tipico frutto estivo è il cocomero (o anguria). Presenta una polpa di colore rosso più o meno intenso ed è costituito prevalentemente da acqua ( circa 95%), ma è anche ricco di minerali (tra questi soprattutto sodio, potassio, ferro, fosforo e calcio) e di vitamine (A, C, B1, B2, PP).

Inoltre, a dispetto del gusto zuccherino, fornisce un apporto calorico piuttosto basso (solo 15 kcal per 100 gr di parte edibile).

Se a ciò si somma l’effetto saziante, si comprende come il suo utilizzo può rientrare in uno schema alimentare equilibrato e dimagrante.

Tra gli altri frutti estivi come poi non ricordare le ciliegie (composte per l’80% di acqua, ma contenenti vitamine A e C e minerali quali potassio, fosforo, calcio e ferro), le fragole (molto ricche di vitamina C, sali minerali e zuccheri come fruttosio e saccarosio che le rendono ben tollerate anche dai diabetici), il melone (ricco di vitamine C, A e B, soprattutto B3 con spiccate proprietà ipocolesterolemizzanti ed antiipertensive), la pesca (particolarmente ricca di potassio, da cui l’effetto diuretico!), la susina (che presenta un’elevata concentrazione di fibre solubili la cui azione contribuisce ad una regolarizzazione delle attività intestinali) ed infine il fico (molto ricco di Sali minerali quali magnesio, ferro e potassio e vitamine A, B, C, PP ma anche di zuccheri che le rendono poco consigliato nelle diete dimagranti!).

In conclusione, soprattutto (ma non solo!) in estate dobbiamo ricordarci di:

– introdurre quotidianamente verdura e frutta di stagione (quest’ultima mai dopo i pasti, ma utilizzata a colazione o come spuntini a metà mattinata);

– ridurre il consumo di carboidrati, utilizzandoli prevalentemente a pranzo;

– prediligere cibi proteici, poco calorici e digeribili (carne bianca, pesce, legumi);

– introdurre almeno 2 l acqua minerale naturale al giorno;

– ridurre utilizzo di alcolici e superalcolici!

Fa che il cibo sia la tua medicina e la medicina sia il tuo cibo” Ippocrate

Dr.ssa Cinzia Barberis

Guarda cosa accade oggi.

[jwplayer player=”1″ mediaid=”20124″]