Preferite i gatti ai cani? Siete senza dubbio più intelligenti!

Tra gli amanti dei cani e quelli dei gatti non sempre corre buon sangue. Ora una ricerca rischia di inasprire il conflitto di vedute

La personalità dell’uomo può essere raccontata dai suoi animali di compagnia e questo si sa, ma quello che finora non tutti sapevamo è che in base al tipo di animale che amiamo la nostra intelligenza cambia.

Secondo una ricerca condotta dalla Carroll University di Waukesha, nel Wisconsin (Usa) chi possiede un cane è psicologicamente diverso rispetto a chi invece predilige i gatti.

Da sempre nel mondo animale la contrapposizione tra cane e gatto rappresenta una sfida tra opposti. Sono diversi infatti carattere e atteggiamenti di queste due specie animali. Questa dicotomia si riflette, nel mondo umano, sulla differenza di personalità tra chi ama i cani e chi preferisce i gatti.

Lo studio e i risultati

Lo studio è stato condotto su 600 studenti universitari chiamati a rispondere a dei test psicologici riguardanti il loro carattere e su quale fosse, tra cane e gatto, l’animale preferito. Il 60% degli studenti presi in esame ha prediletto il cane, l’11% il gatto e il restante 29% non ha mostrato alcuna particolare preferenza. Il primo campione ha avuto come motivazione il fatto che il cane è un vero e proprio animale da compagnia dovuto alla socialità che esso dimostra, mentre il secondo ha prediletto il gatto per il modo in cui trasmette il proprio affetto.

A questo risultato si aggiungono ulteriori dettagli: chi preferisce il piccolo felino sarebbe di solito non solo più introverso, ma anche più sensibile, anticonformista ed intelligente rispetto a chi invece, amando la compagnia di Fido, è più attivo e incline a seguire le regole sociali. Secondo i ricercatori ciò si deve principalmente alle differenti abitudini di vita imposte dalla convivenza con i due animali domestici.

ultimo aggiornamento: 09-12-2016

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X