“Porto mio figlio in Sicilia, ha bisogno di cure costose!”: ecco l’appello di Fabrizio Bracconeri

5 errori da evitare in palestra

Ecco l’appello di Fabrizio Bracconeri, che per il figlio autistico Emanuele, è costretto a recarsi in Sicilia per ricevere le costose cure di cui il figlio ha bisogno.

Il figlio di Fabrizio Bracconeri, Emanuele, necessita di cure costose per affrontare il suo autismo ed è per questo che l’attore si trasferirà in Sicilia. E’ questo il drammatico racconto dell’attore, che tutti ricordiamo come l’indimenticabile Bruno Sacchi de “I ragazzi della Terza C” e poi come assistente storico di Forum.

Dopo aver scritto un post qualche settimana fa in cui parlava della depressione che lo perseguita, ora sceglie di raccontarsi e di aprirsi sulla sua difficile situazione familiare:

“Qualche settimana fa ho scritto in un tweet che la depressione mi perseguita, ma non mollo L’ho scritto poiché in Italia spesso le famiglie che hanno figli con gravi handicap si trovano nella triste situazione di dover scegliere se mangiare o se curare i propri figli (…)  Voglio ribadire che non ho nessuna intenzione di suicidarmi. E’ solo che da anni mi batto perché le istituzioni ci aiutino, ma le istituzioni sono assenti”

Leggi anche: Fabrizio Bracconeri è affetto di depressione e lo condivide su Twitter

Fabrizio Bracconeri ha voluto condividere con i suoi fan, un messaggio di speranza:

“Per caso quest’estate ho scoperto che in Sicilia, a Valderice, esiste un centro specializzato per l’educazione di ragazzini con gravi handicap che, unico caso in Italia, è interamente pagato dalla regione Sicilia. Destino vuole che io abbia una casa delle vacanze a sette chilometri da lì, ad Erice, per cui ho deciso di trasferirmi in Sicilia per poter curare Emanuele e dargli la speranza di un futuro migliore”

Un passo difficile e coraggioso per Fabrizio Bracconeri che dimostra quanto sia difficile essere un buon padre, ma che nonostante ciò non smette per un secondo di arrendersi e lotta per il bene della sua famiglia.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 31-10-2014

Donna Glamour

Per favore attiva Java Script[ ? ]