Porno online, come incide sulle abitudini sessuali dei 20enni

Il porno online, come riportato da Dagospia che riprende un pezzo del Telegraph, sembra incidere molto sulla vita sessuale dei più giovani. Ecco come…

chiudi

Caricamento Player...

I ventenni di oggi rappresentano la prima generazione di giovani cresciuta con un accessibilità notevole al mondo del porno online e che, come riportato da Dagospia, sembra incidere molto sui desideri sessuali e sulle abitudini a letto dei più giovani. Il sito riprende un pezzo del Telegraph, nel quale sono state riportate, con nomi di fantasia, le testimonianze di giovani provati e influenzati dal porno online nei rapporti sessuali con il partner o con quelli occasionali.

Porno Online, guardato dal 72% dei maschi

Un giovane di 24 anni, Chris, ha dichiarato di aver cominciato a guardare il porno per imparare qualcosa in materia di sesso, sviluppando una sorta di fissazione per il rapporto anale:

Ho iniziato a 13 anni, ma il mio primo rapporto sessuale l’ho avuto a 17. Essendomi formato per 4 anni sui siti porno, avevo precise idee su cosa significasse avere successo al letto. Avevo visto molto porno anale e ho sviluppato una fissazione per il genere.

Alla mia prima fidanzata chiesi: «Vuoi provare a farlo?». Lo facemmo e mi vergognai moltissimo. Lei non ne trasse alcun piacere, e nemmeno io. Non era affatto come pensavo. E, in fondo, non era nemmeno qualcosa che volevo”.

Laura, invece, una giovane donna di 21 anni, ha svelato: “Il sesso, nel porno che ho guardato, si focalizza sulle donne che hanno poco controllo e potere e che stabiliscono una relazione con l’uomo sulla base della violenza.

Il porno mi ha fatto sviluppare la tendenza ad andare a letto con uomini più grandi e a fare esperienze sessuali incredibilmente dolorose, nessuna delle quali mi dava piacere. Da quando ho smesso di guardare il porno, non mi faccio più trattare in modo violento, non mi faccio chiamare coi nomi più degradanti”. 

E mentre c’è chi propone di mettere dei filtri per limitare l’accesso al porno online degli under 15, tanti studi in materia divulgano allarmanti dati su come il porno in un anno sia stato visto da almeno 473.000 ragazzini di età compresa tra i sei anni e i 17 anni, cercando di richiamare l’attenzione ad una corretta educazione sessuale.