La popstar Madonna salirà sul palco insieme alle Pussy Riot per il concerto di Amnesty International che si terrà al Barclays Centre di Brooklyn, New York, il 5 febbraio.

Per il concerto di Amnesty International che si terrà al Barclays Centre di Brooklyn la popstar Madonna salirà sul palco insieme alle Pussy Riot.

Maria Aliokhina e Nadezhda Tolokonnikova, due delle attiviste russe della punk band russa, non canteranno ma, a detta del loro portavoce Piotr Verzilov che è il marito di Nadezhda, leggeranno un discorso dove parleranno della situazione politica, dei diritti umani in Russia e della nascita di una nuova organizzazione per i diritti umani chiamata “Zone Rights”.

Le due attiviste sono state recentemente amnistiate dalle autorità russe e rilasciate dal carcere, dopo che erano state condannate a due anni per una dissacratoria preghiera punk anti Putin nella chiesa del Cristo Salvatore a Mosca.

Leggi anche: La Cantante Madonna collabora con Adele nel suo Nuovo Album

La popstar Madonna aveva già espresso il suo sostegno alle Pussy Riot a Mosca nell’agosto del 2012 e la sua presa di posizione fece molto scalpore. Oggi la popstar Madonna dichiara di essere molto onorata di presentare le compagne combattenti per la libertà e che ha ammirato il loro coraggio e sostenuto il loro impegno e i sacrifici che hanno fatto in niome della libertà di espressione e dei diritti umani.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

La Popstar Madonna e le Pussy Riot sul Palco Insieme per Amnesty International
La Popstar Madonna e le Pussy Riot sul Palco Insieme per Amnesty International

Qualche giorno fa in Irlanda le ragazze hanno avuto la loro prima discussa intervista fuori dalla Russia;  l’ interprete è stato come sempre Piotr Verzilov, che ha tradotto a modo suo quello che le Pussy Riot dicevano e alla domanda “cosa pensate di Madonna?” non sono state in grado di dare una risposta

Leggi anche: L’Omaggio alle Pussy Riot nel Programma X Factor 7 Edizione 2013 

All’evento prenderanno parte anche altre celebrità come Bob Geldof, Blondie e Yoko Ono.


Harry Potter doveva Sposare Hermione: la Rowling Ammette

Alessia Marcuzzi e la sua Lucy Bag per aiutare la Ricerca sulla Fibrosi Cistica