Poliamore: quando tradire non è peccato

Sempre di più sono in Italia le coppie che hanno più relazioni assieme e onestà totale coi partner: si chiama poliamore è significa tradire con il consenso del partner.

Sempre più coppie in Italia seguono il poliamore, quella pratica che consente alle coppie di avere più relazioni sentimentali (e sessuali) nello stesso momento in assoluta complicità ed onestà col proprio partner. Per qualcuno può essere difficile da accettare ma per altri sembra che sia la soluzione a mille problemi.

Il poliamore in Italia è praticato da migliaia di coppie felici ed innamorate.

Le coppie che praticano il poliamore sanno che infedeltà, tradimenti e amanti non c’entrano. Una delle leggi del poliamore è il consenso informato di tutti gli individui coinvolti. Rispetto ed onestà che difficilmente si riscontrano in coppie tradizionali: la regola del polimero è la sincerità.

Praticamente si perde l’esclusività del partner, ma no per questo si perdono stima, affetto, amicizia e complicità.
Una delle leggi del poliamore è il consenso informato di tutti gli individui coinvolti. Che significa onestà totale sulle altre relazioni che si intrattengono. Una sorta di poligamia consentita dallo Stato.

Da Nord a Sud, in molte città italiane si organizzano ogni settimana, eventi, dibattiti, “polimeriggi” e “poliaperitivi”: una vera comunità quella che è nata, che si incontra e si confronta su temi di interesse comune. Durante questi incontri, tutti sono i benvenuti: il poliamore vuoel diffondersi ed essere conosciuto, spiegare al mondo che i poliamorosi non vivono di orge e perversioni continue. Persone normalissime che hanno una vita come tutti gli altri ma che amano più persone.

Negli Stati Uniti, dove è nato negli anni Settanta, i poliamorosi sarebbero più di 500mila. Il poliamore è sostenuto anche da personaggi famosi: c’è anche qualche noto sostenitore, come l’economista francese Jacques Attali, consigliere di Mitterand prima e Sarkozy poi.

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Privacy Policy

ultimo aggiornamento: 03-04-2015

Emanuela Bertolone

X