La pizza durante la dieta? Certo che si può, con i nostri consigli!

Pizza durante la dieta? Rinunciarvi spesso è davvero un sacrificio che in molti non sono disposti a fare. Basta un po’ di accortezza e non è necessario eliminarla.

chiudi

Caricamento Player...

Pizza, che passione!

Chi di fronte ad una profumata e invitante pizza sa resistere in nome della linea? E’ davvero difficile dire di no ad uno dei piatti più rinomati e piacevoli della cucina italiana.

Di fronte ad un pezzo di pizza la reazione è sempre la stessa: addio dieta! E se invece la pizza non fosse poi così nemica dei nostri fianchi e della nostra dieta?

La pizza è sempre vista con sospetto e si pensa che mangiarla, significhi fare un danno alla nostra dieta. La buona notizia è che si può mangiarla senza ingrassare. Naturalmente, con alcuni preziosi accorgimenti!

La prima cosa da sapere è che la pizza va mangiata soltanto durante uno dei due pasti principali: a pranzo o a cena. Non dimentichiamo, che per migliorare gli effetti e l’impegno della dieta, è giusto concedersi un premio a settimana, e la pizza è l’ideale!

Leggi anche: Dieta della pizza funziona

Per diminuire le calorie della pizza è possibile ordinarla con la metà della mozzarella: si risparmiano così con facilità circa 80 Kcalorie.

Anche lo spessore della pasta è importante da considerare: chiedendo una pizza più sottile è possibile ottenere fino a 200 Kcalorie in meno, oltre a rendere il piatto estremamente più digeribile. Sarebbe una buona abitudine anche quella di non mangiarne il bordo: si eliminano così dalle 50 alle 100 Kcalorie.

Un’ottima scelta, infine, è quella di prediligere la pasta di pizza integrale: le fibre contenute in questa farina hanno, infatti, il potere di limitare l’assorbimento dei carboidrati e dei grassi.

Se proprio la versione integrale non fa per voi, potreste optare per la versione ricca di verdure, in modo da saziarti prima, ma senza esagerare.

Pizza durante la dieta? Assolutamente sì!