Pixie neonata prematura viene al mondo dopo 28 settimane. Mezzo chilo di peso e un sacchetto di plastica di salvataggio

“La placenta e il cordone ombelicale non la stavano alimentando in modo corretto”. Così mamma Sharon partorisce una neonata prematura nel Devon.

chiudi

Caricamento Player...

E’ stato incredibile il salvataggio di una bimba che è nata dopo appena 28 settimane di gestazione. I medici del Derriford Hospital di Plymouth, nel Devon (Inghilterra), l’hanno salvata mettendola in un sacchetto da freezer.

“La placenta e il cordone ombelicale non la stavano alimentando in modo corretto“, ha detto la madre della neonata prematura, Sharon Grant, 37 anni. “Per otto settimane sono entrata e uscita dall’ospedale, per sottopormi a ecografie e esami in grado di controllarne la crescita. Ma in quelle otto settimane mia figlia aveva messo su soltanto 20 grammi”.

L’equipe aveva cercato di farla crescere di peso dentro al grembo della madre. Ciò nonostante la piccola non riusciva a nutrirsi, così alla fine è stato deciso di farla nascere con parto cesareo. Decisione coraggiosa.

“Non appena è nata, le hanno messo un cappellino in testa e l’hanno avvolta in  sacchetto da freezer per mantenere la sua temperatura corporea”.

La speranza dei medici circa la sopravvivenza della neonata, era ai minimi termini. Tuttavia, la piccola ha cominciato a lottare in terapia intensiva. Ha superato le operazioni, le trasfusioni e le infezioni.

In questo momento la piccola è a casa con i suoi genitori.

“Pixie (questo il nome della bimba, ndr) ora sta bene – ha riferito mamma Sharon – appare bella e soprattutto sana. E’ un’emozione indescrivibile averla a casa. E’ al centro dell’attenzione della sua famiglia e degli amici più cari che festeggiano la sua vita. Le riserviamo sempre molte coccole”.

La storia della neonata prematura, di appena mezzo chilo di peso, salvata grazie a un sacchetto da freezer, che le ha evitato la morte per ipotermia, ci fa credere nella medicina e nelle persone che non si sono date per vinte, che non l’hanno abbandonata. Che hanno sperato in un miracolo. Oggi il miracolo si chiama Pixie e pesa 3,4 kg.