Più felici con il crudismo

Sta prendendo piede, in Italia e in tutto il mondo, lo stile di vita targato crudismo. Annamatilde Baiano “Si avrà in pochissimi giorni l’immediata freschezza mentale, una lucidità mai provata che ti farà vedere tutto positivo”.

chiudi

Caricamento Player...

Le radici del crudismo sprofondano in tempi antichissimi, prima della scoperta del fuoco, quando l’uomo consumava solo cibo crudo. La scoperta del fuoco, in seguito, ha modificato il modo di nutrirsi, elaborando nei secoli l’arte culinaria, che ha aperto le porte del gusto. Eppure sono sempre più numerosi i crudisti in tutto il mondo. Il crudismo, o raw food, è conosciuto anche come igienismo naturale: uno stile di vita che promuove un’alimentazione sana e naturale escludendo l’utilizzo di medicine. Che esclude formaggi, latte, zucchero, caffè, sale e prevede noci e semi oleosi, alghe, fiori, germogli, verdura e frutta.

“Uno stile di vita che ha due pilastri fondamentali: mangiare almeno per il 70% crudo e fare almeno 30 minuti di movimento al giorno”. Con queste parole, Annamatilde Baiano fondatrice di CiboCrudo.com, esprime la ricetta della sua felicità.

Ma come si fa ad abbandonare le vecchie abitudini onnivore?

“È sufficiente solo sostituire quello stesso pasto che si fa più volte al giorno con uno più nutriente. Non c’è da trovare il tempo per andare a correre o in palestra, non si deve cambiare lavoro, non si deve cambiare luogo in cui si vive, che sono scelte difficili, ma basta modificare il piatto e soprattutto la mente, cioè passare dal mangiare al nutrirsi, dal riempire la pancia ad alimentare la mente e le cellule. Si può anche dare gioia alla gola, ma va prima fatto il passo principale che è quello di riscoprire i sapori della natura e saperli apprezzare, allontanandosi dai sapori artefatti e falsi che ci ingannano”, dichiara la Baiano.

Il crudismo assicura i seguenti benefici: mantiene intatte tutte le vitamine, mantiene intatti tutti i sali minerali e tutti gli enzimi che facilitano la digestione. E non acidifica il corpo. E non solo.

“Appena si inizia a mangiare crudo – spiega la Baiano – con molta frutta e verdura fresche e un po’ di noci, semi oleosi, bacche, e piccole cose che contornano il fresco, si avrà in pochissimi giorni, se non prima, l’immediata freschezza mentale, una lucidità mai provata se non in situazioni di grande gioia, che ti farà vedere tutto positivo. È come divenire un essere superiore, che con tutta umiltà accetta ciò che la vita gli dona, perché tutto è dono e solo la profonda accettazione, che non significa subire, ma accogliere, rende fantastica la vita”.