Pippo Baudo finisce a processo, ecco per quale ragione

Il conduttore Pippo Baudo finisce a processo per il reato di diffamazione ai danni di Federica Gagliardi, la dama bianca che etichettò in maniera pesante.

chiudi

Caricamento Player...

Il conduttore Pippo Baudo, nel 2014, si lasciò andare a delle dichiarazioni piuttosto pesanti nei confronti della protagonista di un caso di cronaca che fece scalpore. Due anni fa, Federica Gagliardi, conosciuta anche come la Dama Bianca, fu trovata all’aeroporto in possesso di 25 chili di cocaina. Nel corso di alcune trasmissioni televisive, la donna fu etichettata come ‘mign****na’ dal conduttore.

Pippo Baudo e l’offesa alla Dama Bianca nel corso di La Vita in Diretta

Pippo Baudo
FONTE FOTO: https://www.facebook.com/LArena.it/

Nel corso della trasmissione condotta all’epoca da Franco Di Mare, Pippo Baudo aveva detto: “Signore, mamme, papà, i nostri figli minorenni si drogano, perdono la testa, si iniettano e fumano l’eroina. Delle cose tremende. E ci sono personaggi che danno esempi squallidi, come quella ragazza soprannominata la dama bianca. Una ragazza che seguiva politici all’estero, era impiegata addirittura alla Regione a Roma; bene, l’hanno beccata a Fiumicino con 24 kg di eroina. Questa mignott*na”.

Sono state queste le affermazioni del conduttore che è stato pertanto rinviato a giudizio dal gip di Roma per il reato di diffamazione. Il presentatore, effettivamente, ammise di aver utilizzato in televisione degli aggettivi piuttosto pesanti. Alla trasmissione radiofonica La Zanzara, per giustificare le sue asserzioni, Baudo disse: “Insomma è un termine un po’ forte però rendeva l’idea, ma d’altra parte quello che ha fatto è ignobile…insomma per me è un moto di stizza…non vogliamo sapere questa qui questa carriera come l’ha fatta?”. Tuttavia, le sue celate scuse non sono bastate ed il procedimento giudiziario è andato avanti. Ricordiamo che la Dama Bianca Federica Gagliardi apparve accanto a Silvio Berlusconi al G8 in Canada nel 2010. La sua presenza fu giustificata come sostituzione di un’altra segretaria. L’udienza è fissata per il 21 febbraio 2017.