Piper, il nuovo cortometraggio della Pixar ci insegna ad affrontare la paura

Piper racconta la storia di un piccolo Piovanello alle prese con le prime difficoltà della vita in particolar modo con le onde marine

chiudi

Caricamento Player...

Prima dell’atteso “Alla ricerca di Dory” nelle sale cinematografiche viene proiettato il nuovo cortometraggio targato Pixar: Piper. In 6 minuti il piovanello appena nato che si affaccia alla vita e si confronta con la dura realtà del mondo esterno. la sua dolcezza commuove e intenerisce più di Bambi e Dumbo.

Il corto scritto e diretto da Alan Barillato è stato prodotto da Marc Sondheimer e John Lasseter in persona.

La storia di Piper

Il tenero Piper non sarà solo in quest’avventura. Con lui, per guidarlo, ci sarà la mamma, che con il suo amore e con lo spazio necessario perché comprenda da solo i propri sbagli, riuscirà a far andare il pulcino oltre i suoi limiti e a superare le paure.

Esperienza, forza di volontà e coraggio per affrontare le sfide che ogni giorno la vita ci mette davanti, questo il messaggio del cortometraggio, che attraverso uno dei più riusciti personaggi della sua storia riesce a lanciare un monito importantissimo, rivolto soprattutto a quei giovani che si lasciano andare e sono tentati di soccombere alla vita.

Il piccolo Piper ci insegna a non perdere di vista l’obiettivo e a farsi forza proprio per raggiungerlo, sempre. Un messaggio importantissimo condensato in sei minuti.

Curato nei minimi dettagli, Piper non ha bisogno di inutili frasi o dialoghi per comunicare la bellezza di una storia in grado di parlare sono attraverso il potere di immagini spettacolari. Basta fermarsi a guardare con attenzione a come gli autori siano riusciti a delineare le differenti sfumature di colore della sabbia, con tonalità che variano dall’arancione al marrone e al bianco, o quelle del mare che appare talmente reale da suscitare stupore.

La qualità di questo prodotto è davvero ai massimi livelli: prendetevi 6 minuti per godervelo.