Altro guaio per Pino Daniele: sequestrato il locale gestito a Orbetello

Dopo la separazione dalla moglie arriva un’altra grana per il cantautore partenopeo Pino Daniele: il problema stavolta riguarda il suo ristorante, il “Tuscany Bay”.

chiudi

Caricamento Player...

Non è propriamente un periodo positivo per Pino Daniele. Non bastasse la separazione dalla moglie Fabiola Sciabbarasi, con l’inevitabile codazzo di polemiche che l’ha accompagnata, ora il cantautore napoletano deve fare i conti con un altro guaio: il locale di cui è proprietario a Orbetello, il Tuscany Bay, è strato sequestrato perché interessato da uno scandalo: sarebbe stato realizzato attraverso un mega abuso edilizio. La notizia è riportata dal quotidiano Il Messaggero.

Leggi anche: Pino Daniele muore stroncato da un infarto a soli 59 anni

Il blitz delle forze dell’ordine avrebbe riguardato una vasta area su cui insistono vari locali e ristoranti. Tra questi, anche il Tuscany Bay, locale amato e gestito con grande passione da Pino Daniele in collaborazione con Paolo Fantoni, titolare di altri famosi ristoranti e comproprietario della struttura. Insomma, un vero e proprio fulmine abbattutosi su un cielo già denso di nubi.

Tuscany Bay è un complesso turistico che abbina la ristorazione di alta qualità alla musica dal vivo, attraverso l’esibizione di gruppi e l’organizzazione di serate orchestrate personalmente da Pino Daniele. Ora, purtroppo, tra le suggestive pareti del complesso non riecheggia una buona musica.