Piange? Il tablet risolve tutto, ma attenzione ai danni allo sviluppo emotivo

Utilizzare i tablet per placare i capricci danneggia lo sviluppo fisico e psichico del bambino

Il bambino piange? Tablet. Non sta fermo un attimo? Tablet. Ricerca attenzione e tu devi ancora pulire stirare e preparare la cena? Pensi che anche per questa volta puoi dargli il tablet e farlo stare bravo.

In sala d’attesa dal dottore, in auto, in varie occasioni di “noia” non c’è modo di farlo stare calmo se non con il tablet, e cosa si fa? Si cede. Tablet o smartphone in mano, il bambino è tranquillo, i genitori anche, ma è sbagliatissimo e dannoso per il piccolo.

Lo conferma uno studio della Boston University School of Medicine: usare la tecnologia per calmare il pianto del bambino, ne danneggia lo sviluppo emotivo, dato che gli impedisce di imparare ad autoregolare i propri sentimenti. Inoltre l’utilizzo frequente di questi dispositivi, si sa, è pericoloso anche per la vista e la fisicità del bambino che rischia di soffrire di dolori alle articolazioni e assumere posture sbagliate soprattutto per i primi anni di crescita.

[wooslider slider_type=”attachments” limit=”20”]

La dott.ssa Jenny Radesky spiega:

“Oggi siamo circondati da dispositivi tecnologici e i bambini sono sempre più abituati ad usarli fin da molto piccoli. Ma i riscontri comportamentali di questo cambiamento sono ancora in gran parte sconosciuti. L’aumento delle ore trascorse davanti al televisore riduce lo sviluppo delle competenze linguistiche e sociali. Allo stesso modo anche il ricorso intensivo al tablet sostituisce la quantità di tempo trascorsa ad impegnarsi in un’interazione diretta con altre persone. Se i bambini sono sempre “calmati” dai tablet, non riusciranno mai ad imparare ad autoregolare le emozioni.”

Necessario dunque inventare altri stratagemmi per placare i capricci e calmare i piccoli, oppure ritornare alle origini e chiedere consiglio alle nostre mamme e alle nostre nonne! E voi, come vi comportate in momenti di crisi isterica dei vostri bimbi?

Se vuoi altri aggiornamenti sul mondo femminile, lascia la tua email qui sotto:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures

ultimo aggiornamento: 03-02-2015

Roberta Picco

X