Per monitorare il diabete arriva FreeStyle Libre e dà un calcio al ‘pungidito’

5 errori da evitare in palestra

Gli individui affetti da diabete potranno dire addio al pungidito e dare il benvenuto al monitoraggio “flash” della glicemia

Pugidito per misurare la glicemia? Addio! Diamo il benvenuto al sensore da indossare che dà il suo responso in meno di un secondo, anche attraverso i vestiti.

Il dispositivo arrivato in Italia si chiama FreeStyle Libre ed è stato presentato da Abbott oggi a Milano. Si tratta del primo sistema di monitoraggio “flash” dei livelli di zucchero nel sangue, che promette di fornire alle persone con diabete un quadro completo del profilo glicemico.

Misura automaticamente il livello di glucosio nei fluidi interstiziali e ne memorizza continuamente i valori, giorno e notte, attraverso un sottile filamento che si inserisce sottocute e rimane fissato grazie al materiale adesivo. Il sensore, che non richiede calibrazione, è progettato per restare applicato al corpo fino a 14 giorni e può essere indossato anche per nuotare, fare la doccia o qualunque attività fisica.

Salvatore Caputo, presidente di Diabete Italia, commenta:

«Questo apparecchio soddisfa un bisogno importante, ancora insoddisfatto, delle persone con diabete. Basti pensare che in Italia per un diabetico su 2 la puntura del dito è un buon motivo per non testarsi, e che la maggioranza non misura regolarmente la glicemia, con il risultato che va incontro a crisi ipoglicemiche 3 volte di più di chi si controlla regolarmente e viene ospedalizzato il doppio delle volte, con un costo a carico del Servizio sanitario nazionale del 66% superiore».

FreeStyle Libre, approvato anche in Germania, Francia, Olanda, Spagna, Svezia e Regno Unito, è acquistabile online sul sito dedicato www.freestylelibre.it.

Il misuratore è composto da un sensore da indossare e da un lettore. Il sensore, grande quanto una moneta da 2 euro, si applica sulla parte posteriore del braccio.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 27-10-2014

Licia De Pasquale

Per favore attiva Java Script[ ? ]