Parigi come Los Angeles: ci pensa Saint Laurent

Saint Laurent nella sua collezione primavera-estate 2015 ha decisamente preso spunto dalle metropoli californiana, lasciando un po’ sorpresi i presenti.

chiudi

Caricamento Player...

Saint Laurent ha portato Los Angeles a Parigi. Metaforicamente ovviamente, ma ciò che gli spettatori della sua sfilata hanno visto è una ambientazione e soprattutto abiti che ricordano in maniera prorompente la città californiana che sotto certi aspetti ha influenzato mezzo mondo. Il merito di tutto questo è da ascrivere interamente a Hedi Slimane, direttore creativo di Saint Laurent e responsabile primario del rilancio del celeberrimo marchio francese.

[wooslider slider_type=”attachments” limit=”20″]

Sulla passerella della collezione primavera estate 2015 che ha sfilato a Parigi alla Settimana della moda, ha fatto camminare modelle (tra cui Cara Delevingne, uno dei volti più noti della moda in senso assoluto) che richiamavano maggiormente il lato oscuro degli anni settanta: l’aria dolcemente boho-chic, i pantaloni scampanati, le frange, le zeppe esagerate sono tutti dettagli colti da quelle ispirazioni nostalgiche e un po’ vintage, affettuosamente riproposte.

La decisione di scegliere questa atmosfera ha fatto discutere molto, addirittura c’è chi ha definito le modelle che sfilavano come “groupies musicali di Los Angeles sparate dentro la couture parigina” e se si nota gli eccessi di giacche di pelle e colori decisamente scuri bisogna ammettere che effettivamente non è una definizione azzardata. Ad ogni modo le critiche positive hanno superato ampiamente quelle negative, quindi…bersaglio centrato.