Paolo Ruffini e Diana Del Bufalo: nessun flirt, solo amici

Nessun flirt tra Paolo Ruffini e Diana Del Bufalo: i due sono solo amici in una foto sorridente con la moglie di lui

chiudi

Caricamento Player...

Paolo Ruffini non è assolutamente il tipo da pettegolezzi e non ha accettato il gossip degli ultimi giorni che lo voleva legato sentimentalmente alla collega e co-conduttrice Diana Del Bufalo. Lui è felicemente sposato e continua ad esserlo, nonostante la profonda amicizia nata con la collega. A smentire la notizia del flirt tra i due infatti, ci pensa proprio lui, sul suo profilo Instagram dove pubblica una foto assieme alla moglie e a Diana Del Bufalo, con cui è molto amico ma nulla di più.

Paolo Ruffini combatte i gossip con il sorriso

Comico toscano, famoso attore e conduttore, Paolo Ruffini vive sulla cresta dell’onda la sua carriera piena di successi e on sarà certo un gossip, un flirt inventato a fargli perdere il sorriso e la voglia di vivere una vita serena e felice. Il conduttore se la prende con “Chi” la rivista che per prima ha pubblicato le foto di un’uscita serale con Diana Del Bufalo, scambiandolo per un appuntamento romantico. Così, al fianco della foto che lo ritrae felice assieme alla moglie Claudia Campolongo e alla loro amica Diana Del Bufalo, Paolo Ruffini scrive: “”Mormora, la gente mormora, tu falla tacere praticando l’allegria”… Non c’è disarmonia, quando i sorrisi si intonano #sologioie e #solocosebelle … “Chi” vorrebbe vedere solo conflitti… “Chi” scambia la stanchezza per rabbia… “Chi” parla di bufere e tempeste… “Chi” … mi fa il solletico, e mi ricorda quanto sono fortunato, lieve, e soprattutto LIBERO DI ESSERE FELICE… #lafelicitàstasulcazzoatutti #lavitaèunopportunità #sempremeglio”.

Con il suo modo semplice e scherzoso di affrontare la vita Paolo Ruffini sa come levarsi dai guai e dalle voci della pubblica piazza, senza perdere la faccia o rovinarsi la reputazione. Questa tecnica risulta sempre vincente per lui, come per molti altri dello spettacolo per farsi scivolare addosso le critiche, spesso inventate.

Paolo Ruffini