Paola Cortellesi racconta l’effetto che hanno i figli sulla vita di coppia

In un’intervista rilasciata al settimanale Oggi, Paola Cortellesi ha raccontato degli effetti che i figli possono avere sulla vita di coppia.

chiudi

Caricamento Player...

In un’intervista concessa al settimanale Oggi, l’attrice Paola Cortellesi, al cinema con il film Mamma o Papà con Antonio Albanese e diretta dal marito regista Riccardo Milani, ha dato voce a quello che sicuramente molti genitori pensano, ma non hanno il coraggio di raccontare: ovvero l’effetto che i figli possono avere sull’equilibrio di una coppia innamorata, abituata in precedenza a vivere da sola la propria routine quotidiana, La Cortellesi è mamma della piccola Laura, una bimba nata dal matrimonio con Milani sposato nel 2011.

Paola Cortellesi: “Con questo film diamo voce a pensieri che i genitori non riescono ad ammettere!”

Paola Cortellesi
FONTE FOTO: facebook.com/Paola-Cortellesi-

Queste le parole dell’attrice in merito all’ultimo film del quale è protagonista: “Questo film dà voce a quello che nessuno di noi avrebbe mai il coraggio di ammettere: i figli sono meravigliosi ma possono danneggiare molto l’amore. Mia figlia ha un’età fantastica, siamo nella fase dell’idillio, ma lei mi mette già alla prova e con Riccardo discutiamo per la sua educazione”.

Paola prende anche scherzosamente in giro il marito, suo compagno già in diverse produzioni cinematografiche, anche se stavolta hanno proprio deciso di mettersi in discussione insieme sul set come regista e attrice: “L’ha visto Riccardo? Io lo amo, ma non è che sia proprio Brad Pitt. E poi la gelosia è una perdita di tempo”.

L’argomento è ora quello della gelosia di Paola Cortellesi nei confronti del marito. Milani aggiunge infatti: “Se è gelosa? Paola fa l’attrice. Le nasconde bene le cose, se vuole”.

La piccola resta, invece, ovviamente al centro delle loro vite: “Io sono quella che dice no, lui sempre sì. È innamorato, non ce la fa”. Replica il marito: “Ma no, io distinguo i ‘no’ importanti e quelli futili”.