Pamela Prati e il suo nuovo tormentone in discoteca

L’insofferenza di Pamela Prati nella Casa del Grande Fratello Vip e il suo ‘Chiamatemi un taxi’ sono diventati un vero e proprio tormentone in discoteca.

chiudi

Caricamento Player...

Come molti sapranno, Pamela Prati è uscita dalla Casa del Grande Fratello Vip dopo essere stata squalificata dalla produzione per aver violato diversi punti del regolamento. La sua uscita dalla casa più spiata d’Italia è stata però resa ancor più leggendaria dalla Prati, che ha chiesto aiuto a Cristiano Malgioglio trasformando il suo ormai iconico e stridulo “Chiamatemi un taxi”, in un vero e proprio tormentone da discoteca che sta spopolando durante le serate dell’ex diva del Bagaglino.

Pamela Prati: “Chiamatemi un taxi” diventa un tormentone trash

pamela-prati-fb

FONTE FOTO: FACEBOOK

Chiamatemi un taxi, ok? Chiamatemi un taxi e non potete riprendermi, Francesca!”, queste sono le parole esatte pronunciate durante un momento di profonda insofferenza all’interno della Casa del Grande Fratello Vip. ueste parole, pronunciate in un momento alquanto drammatico per la showgirl, e il suo chiamare Francesca, probabilmente una assistente del programma, hanno dato vita ad uno dei pezzi trash più recenti della storia italiana. Soprattutto, questa specie di sketch è diventato davvero un tormentone da disco, che Pamela usa sapientemente durante le sue serate in discoteca mandando il pubblico presente in delirio.

Insomma, un momento felice per la diva del Bagaglino che sta sfruttando la scia di una rinnovata popolarità che le ha donato il Grande Fratello Vip, sebbene non sappiamo ancora come finirà la vicenda Bettarini.

Durante la puntata in cui l’ex marito di Simona Ventura ha fatto l’ormai famoso elenco di tutte le sue amanti, è stata nominata anche una certa Pamela. Tutto lascia immaginare che Bettarini si riferisse proprio alla Prati, come confermato anche da un confessionale non del tutto felice di Valeria Marini.  La Prati ha minacciato di querelare l’ex calciatore. Vedremo come andrà a finire!