Omicidio Dina Dore: Confermati i sedici anni per Contu

Pierpaolo Contu sconterà sedici anni di reclusione per aver ucciso Dina Dore. Ergastolo per il marito della vittima, mandatario dell’omicidio.

NUORO – Sedici anni di reclusione. Questa la condanna definitiva per Pierpaolo Contu. La Corte di Cassazione, dopo una lunga camera di consiglio, ha formulato la decisione di rigettare il ricorso dei suoi legali e confermato in via definitiva la condanna.

Pierpaolo Contu è ritenuto il mandatario, quindi l’esecutore materiale, dell’omicidio di Dina Dore, la casalinga assassinata il 26 marzo 2008 nel garage della sua abitazione a Gavoi.

Secondo la Corte d’Assise di Nuoro, fu il marito della vittima, il dentista Francesco Rocca, il mandante dell’omicidio. E per questo è stato condannato in primo grado all’ergastolo.

Pierpaolo Contu all’epoca dei fatti era minorenne. Condannato dal tribunale dei Minori di Sassari nel dicembre 2014 a sedici anni di reclusione. Pena che è stata ridotta con il rito abbreviato e alla luce delle attenuanti generiche. Riconfermata in seguito dalla Corte d’Appello di Sassari, la sentenza di secondo grado è stata oggetto di impugnazione da parte degli avvocati di Contu. Ma la Suprema Corte ha, appunto, rigettato il ricorso e confermato i sedici anni di reclusione.

L’imputato Contu, da parte sua, ha sempre negato ogni coinvolgimento nell’omicidio di Dina Dore. Secondo l’accusa, invece, sembra che abbia percepito un compenso di 250 mila euro, o di una casa a Gavoi, da parte di Francesco Rocca.

Quest’ultimo si è professato innocente. I suoi avvocati hanno presentato il ricorso in appello contro la sentenza di primo grado (ergastolo).

Sono trascorsi oltre sette anni da quel brutale omicidio. La donna è stata incerottata in tutte le parti del corpo e lasciata morire per asfissia dentro al bagagliaio della sua auto.

La svolta delle indagini porta la firma di un amico di Contu, Stefano Lai, che nel 2013 si è presentato dagli inquirenti per raccontare ciò che sapeva: Pierpaolo Contu gli aveva confessato di essere stato lui a uccidere Dina su mandato di Rocca.

ultimo aggiornamento: 13-11-2015

Daniela Cursi Masella

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X