Ogni quanto sbiancare i denti con bicarbonato

Sbiancare i denti con bicarbonato va bene e funziona, basta non esagerare per non creare problemi alla salute dei denti stessi.

chiudi

Caricamento Player...

Per sbiancare i denti, sia dal dentista che a casa, viene usato il bicarbonato di sodio che rimuove macchie e imperfezioni dello smalto in modo efficace.

Dal dentista si utilizza l’air-polishing che combina acqua, aria e bicarbonato proiettati come spray sui denti con una certa pressione svolgendo così un’azione abrasiva superficiale per la pulizia dei denti, la rimozione della placca e il loro sbiancamento.

Ad uso casalingo esistono dentifrici sbiancanti la cui composizione include il bicarbonato di sodio proprio per la funzione sbiancante che devono eseguire, oltre che soluzioni di impiego “fai da te” che combinano bicarbonato di sodio ad acqua, limone per sbiancare i denti comodamente a casa.

E in fatto di sbiancamento dei denti con il bicarbonato, una volta messa a punto la soluzione più consona per sé, ogni quanto è corretto sbiancare i denti con bicarbonato?

Come tutte le cose, l’eccesso non va mai bene, inoltre, in fatto di pulizia dei denti l’utilizzo troppo frequente di miscele per lo sbiancamento dei denti comporta dei rischi per la salute dei denti stessi, tra cui l’erosione dello smalto.

Per evitare che ciò avvenga è bene limitare a una volta la settimana questo trattamento.

In ogni caso, prima di procedere con il “fai da te” e gestire autonomamente questa operazione, è bene sempre prima chiedere un consiglio agli esperti, magari procedere a sbiancare i denti dal proprio dentista e procedere in seguito a casa, utilizzando le apposite maschere e i gel dentistici.

Le miscele fai da te, infatti, se non rispettano perfettamente le quantità dei vari ingredienti che le compongono potrebbero provocare più danni che benefici.